Sono diverse le ragioni che possono spingere un utente a voler presentare una regolare denuncia contro TIM.

Nella maggior parte dei casi, le denunce di questo tipo, scattano a causa di disservizi di una certa gravità oppure quando si ricevono bollette troppo care, a fronte del reale utilizzo della linea telefonica o della connessione dati e malgrado aver tentato di contattare il Call Center, il problema non viene risolto.

Avete problemi con TIM, tali da spingervi a voler presentare una denuncia? Ecco come dovrete muovervi…

Motivi di denuncia

Come accennato, i motivi per cui si può voler presentare una denuncia contro TIM sono diversi.

Il più diffuso, è la non erogazione del servizio telefonico, sia esso in abbonamento che con scheda prepagata.

In pratica: si acquista una promozione, oppure ci si abbona per avere la linea telefonica e magari anche l’ADSL, ma passano i giorni, e di servizio telefonico nemmeno l’ombra. Il fatto peraltro è ancora più grave, se in casa ci sono anziani e/o malati, dal momento che la linea telefonica in questi casi, rappresenta uno strumento di maggior sicurezza.

Ma la linea telefonica, o la connessione al Web, potrebbero essere sospesi anche quando l’abbbonamento o la ricaricabile sono attivi da tempo. Se il problema perdura e causa problemi all’utente, e se magari questo utente col telefono ci lavora, ecco che si può pensare a presentare una regolare denuncia per cessazione anomala del servizio telefonico, a patto che TIM vi abbia garantito la riattivazione in breve tempo e ciò non sia avvenuto.

Altri casi per cui si può decidere di denunciare TIM, è quando ad esempio, il gestore telefonico invia fatture esose, che non corrispondono all’effettivo utilizzo della linea o della navigazione su Internet

Primo passo: contattare l’assistenza se il problema non è grave

Prima di procedere con una denuncia formale contro TIM, è bene comprendere se la problematica riscontrata sulla propria linea, di qualsiasi tipo essa sia, è risolvibile facilmente, magari contattando l’assistenza tecnica ai numeri:

  • 187: per le linee fisse – Il servizio è attivo 7 giorni su 7 dalle ore 07:00 alle ore 22:30 e 24 ore su 24 per segnalare guasti e problemi di ogni genere sulla linea
  • 119: per le linee mobili e per i clienti privati
  • 191: per i clienti Business

Se dopo aver contattato l’assistenza il problema sussiste e genera problemi all’utente, allora è bene iniziare a considerare alcune soluzioni.

La conciliazione

Con il Decreto Legge 28/2010 è stata introdotta in Italia la cosiddetta conciliazione. Chiamata anche ADR – Alternative Dispute Resolution – è un metodo che permette di risolvere, in via extragiudiziale, le controversie commerciali e civili.

Una delle prerogative positive della conciliazione, è quella di avere costi molto bassi – rispetto a una tradizionale denuncia presso le autorità competenti – e tempi rapidi.

Qualora riteniate che, dopo le vostre segnalazioni a TIM, non state ottenendo la soluzione sperata, ecco come potete presentare la domanda di conciliazione:

  • scaricate il modello di domanda di conciliazione da questo link: domanda di conciliazione
  • compilatelo in ogni parte
  • allegate tutta la documentazione che attesta la motivazione della denuncia
  • recatevi – con il modulo compilato e la documentazione – presso una delle segreterie di concliazione presenti sul territorio nazionale, oppure, inviate tutto tramite Raccomandata con ricevuta di ritorno. Ecco l’elenco degli indirizzi delle segreterie: segreterie di conciliazione
  • al link seguente potrete scaricare il regolamento di conciliazione, pubblicato da TIM: regolamento

Rivolgersi all’AGCOM

In ultimo, è possibile presentare una denuncia direttamente all’AGCOM – Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni.

Scaricate il modulo D da questo link: modulo denuncia AGCOM

Per approfondire il tema, potete accedere alla pagina del sito di AGCOM che spiega come avviare una pratica di denuncia contro TIM: denunce all’autorità garante