Negli ultimi anni, lo sviluppo di nuove tecnologie elettroniche integrate a quelle informatiche, hanno permesso la realizzazione di molti nuovi congegni e l’apertura di settori che stanno cambiando le abitudini dei consumatori.

Uno di questi settori è quello della domotica ma anche quello della sicurezza e controllo da remoto di appartamenti, uffici e negozi.

Nel primo caso, la cosiddetta domotica, si tratta di una scienza che sviluppa sistemi elettronici – che funzionano attraverso i sistemi wifi – e quindi sono integrati con connessioni a Internet, che rendono possibile la gestione, e il controllo, di molte funzioni utili all’interno dei locali in cui si vive o si lavora, ma anche – in alcuni casi – per ciò che riguarda le aree esterne, come per esempio l’apertura di cancelli o l’accensione di lampioni.

Nel secondo caso, parlando del settore dedicato ai sistemi di videosorveglianza e di allarme, si tratta di sofisticati congegni in grado anche di “guardare” tutto ciò che accade all’interno dei locali in cui vengono installati, spesso senza nemmeno la necessità di una vera e propria installazione, ma semplicemente appoggiandoli su un tavolo e attivandoli.

Insomma: un mondo nuovo nel settore dei sistemi di sorveglianza e di allarme.

Sistemi di sicurezza tradizionali VS nuovi sistemi di sicurezza

Fino a poco tempo fa per proteggere un appartamento, un ufficio o qualsiasi altro tipo di locale, si poteva scegliere tra poche soluzioni. Metodi per lo più meccanici, atti a tentare di bloccare l’accesso attraverso la blindatura di porte e finestre.

Ovviamente, questa tipologia di sistemi di sicurezza sono raggirabili da un esperto di furto con scasso.

Con l’avvento dell’elettronica e dell’informatica, è stato possibile congegnare soluzioni alternative molto efficaci sotto il profilo della sicurezza e della protezione dei locali in cui si vive o lavora. Oggi si può decidere se controllare i propri beni installando congegni sviluppati nell’ambito delle nuove scienze informatiche applicate alla casa oppure metterli in sicurezza attraverso sistemi che permettono una videosorveglianza in tempo reale.

La possibilità di poter verificare in ogni momento, e da remoto, cosa accade dentro un ambiente fa davvero la differenza e consente di poter attivare anche le forze dell’ordine nel caso in cui si noti la presenza di persone malintenzionate.

Sistemi di sicurezza: cos’è cambiato

Un tempo, per proteggere un appartamento, un ufficio o qualsiasi altro tipo di locale, si poteva scegliere tra poche alternative. Le più diffuse: porte blindate, sbarre alle finestre, sistemi di allarme acustici e, nei casi di sistemi di allarme e sicurezza all’interno di aziende, il tradizionale servizio di sicurezza, che funziona con il passaggio periodico di persone abilitate alla sicurezza.

Non manca, nella lista delle opzioni per mettere in sicurezza i propri beni immobili, la scelta di un  cane da guardia.

Tutti questi sistemi, però, presentano molte falle: porte blindate, sbarre alle finestre, cani da guardia e persino sistemi di allarme acustico, non sono del tutto sicuri, dal momento che ladri e rapinatori sanno sempre come scassinare qualsiasi di queste tipologie di sistemi di sicurezza.

Ecco quindi che le ultime generazioni di sistemi di antifurto possono fare la differenza, dal momento che permettono non solo di attivare segnali acustici in caso di effrazione, ma anche di osservare in tempo reale cosa accade all’interno o all’esterno di un’abitazione, un ufficio o un negozio.

Ciò è possibile grazie alla tecnologia elettronica che, sempre più spesso, si integra con la tecnologia informatica e persino a quella della telefonia cellulare.

Sistemi altamente tecnologici, che rendono non solo più sicuri gli ambienti in cui si vive e lavora quando, per mille ragioni, si è distanti, ma permettono anche di videoregistrare o fotografare – da remoto – l’interno dei locali in questione.

Sistemi di antifurto di ultima generazione: compatibili con Android o Apple Homekit

A livello internazionale, il settore di ricerca e sviluppo di nuove soluzioni per garantire la massima sicurezza degli ambienti privati, ha lavorato alacremente per realizzare congegni altamente performanti.

Alla base di tutto un criterio fondamentale: non basta far scattare un allarme in caso di effrazione, ma è necessario anche poter avere un occhio umano all’interno, o all’esterno, degli ambienti che si desidera proteggere.

Come fare dunque? Semplice: integrando all’elettronica di questi dispositivi, le tecnologie informatiche riferite alla navigazione wireless, che integrandosi a loro volta a device come Smartphone o Tablet, attraverso specifiche applicazioni, rendono possibile l’immediata verifica da remoto di quanto accade in un momento specifico.

Questi sistemi, oggi, sono disponibili sia per chi utilizza congegni con sistema operativo Android sia per chi predilige il sistema operativo IOs e fanno anch’essi parte dei congegni riferiti alla domotica.

Oggi è possibile – stando lontani – aprire e chiudere serrande, accendere luci, aprire e chiudere cancelli, impostare un timer di un elettrodomestico e accenderlo e anche proteggere la propria casa e molto altro ancora grazie a queste nuove tecnologie.

Soluzioni all’avanguardia per rendere sempre più comoda, e per semplificare, la vita di ogni giorno spesa  in ritmi frenetici che necessitano di aiuti supplementari per tentare di ottimizzare i tempi.

In questa sezione vogliamo dedicare l’attenzione proprio a questo tipo di sistemi di sicurezza, approfondendone le caratteristiche tecniche, le peculiarità, i lati positivi e quelli negativi, per permettere ai nostri lettori di poter scegliere, con il maggior numero di dati possibili, la soluzione migliore secondo le proprie esigenze.

E’ bene, infatti, prendere dimestichezza anche con la terminologia tecnica: cosa sono i sensori di movimento, come si installa un sistema di sicurezza e cos’è un congegno plug & play? E ancora: cosa sono e come funzionano i sistemi di antifurto compatibili con il sistema Android? E quelli compatibili con il sistema operativo IOs?

Tutto questo, e molto altro ancora, lo approfondiremo fornendo anche informazioni su prodotti specifici.

Stay Tuned…