Trasporto animali in treno

Animali domestici: le regole per trasportarli in treno

Se stai leggendo questo articolo, sei un amante degli animali domestici. Forse non sai però, che sei in grande compagnia: in Italia ben 60 milioni, tra gatti e cani, sono accuditi e amati presso le case degli italiani. Praticamente un cane o gatto per ogni singolo abitante della nazione, considerando il dato come statistico.

Non basta: tra coloro che amano avere in casa un animale, esistono anche molti roditori, pesci, uccelli e persino serpenti!

Chi ama gli animali, sa anche che – quando arriva il momento delle vacanze – è necessario conoscere bene le regole per il loro trasporto, sia che si viaggi in treno o in aereo, sia che si scelga di viaggiare in automobile.

Ma oltre alle comuni regole di buon accudimento dell’amico a quattro zampe, esistono regole dettate dai regolamenti delle aziende di trasporto.

In questa guida, scoprirai come viaggiare in treno col tuo cane, gatto o anche – perché no – col criceto o altri piccoli animali domestici.

viaggio treno

Le regole del trasporto di animali domestici di Trenitalia

Consideriamo Trenitalia, in quanto è l’azienda di trasporto ferroviario primaria nel nostro paese.

Se scegli di viaggiare col tuo animale domestico con una tratta di Trenitalia, è bene che tu conosca le norme, per non vederti costretto a non poter salire sul treno, e magari rovinarti le vacanze.

Per prima cosa, la bella notizia è che sui treni di Trenitalia, sono ammessi cani, gatti e animali di piccola taglia. Bisogna però ricordare di portare co sé il certificato di iscrizione presso l’anagrafe canina e quello delle vaccinazioni, stessa cosa per i gatti ovviamente, almeno per ciò che riguarda le vaccinazioni.

Se i cani o gatti sono di piccola taglia, essi possono essere trasportati gratuitamente, sia in Prima che in Seconda classe di tutte le tipologie di treni, a patto che siano trasportati dentro uno dei trasportini appositi, che si acquistano in un qualsiasi negozio per animali, oppure online, ad esempio su Amazon o su ebay.

ATTENZIONE: il trasportino in questione, non deve superare le seguenti dimensioni: 70x30x50 ed è ammesso un solo animale per viaggiatore. Ciò significa che se, ad esempio, viaggi col tuo cagnolino e col tuo micio, e viaggi con la famiglia, potrai certamente trasportare entrambi i tuoi piccoli amici.

Il tuo cane è di medie o grandi dimensioni? Puoi trasportarlo in treno, ma solo se munito di museruola e guinzaglio e solamente in questa modalità:

  • Su treni Intercity e Intercity notturni sia in Prima che Seconda Classe
  • Sui Frecciabianca, Frecciarossa, Frecciargento: sia in Prima che in Seconda classe e Business
  • Sui treni regionali, ma in questo caso dovrai viaggiare sulla piattaforma dell’ultima carrozza o sul vestibolo. Sono escluse le tratte degli orari: dalle 07:00 alle 09:00 del mattino, dal Lunedì al Venerdì

Per ciò che riguarda i viaggi notturni in carrozza letto o carrozza cuccetta:

all’atto dell’acquisto del vostro biglietto, dovrete dichiarare il trasporto del vostro amico a quattro zampe. Pagherete quindi pagare un secondo biglietto, o di seconda classe o di classe standard, ma ridotto del 50%.

  • Carrozze letto: è possibile il trasporto solo se la prenotazione è totale
  • Carrozze cuccette: è possibile il trasporto solo se si è prenotato l’intero compartimento

ATTENZIONE: i cani guida per i ciechi non necessitano dei certificati e viaggiano sempre gratuitamente su tutti i treni.

Oltre alle regole sopra riportate, ci sono poi quelle della civile convivenza: i cani, i gatti e altri animali da compagnia non devono mai disturbare gli altri viaggiatori, pena sentirsi chiedere di cambiare compartimento o, addirittura, scendere dal treno.

Viaggiatore avvisato…

Conclusioni

È bello sapere che ci sono tante persone che amano gli animali, ed è bello sapere che molti li portano con sé anche in vacanza.

Hai dubbi o vuoi far conoscere la tua esperienza di trasporto dei tuoi animali domestici in treno? Scrivimi nel modulo dei commenti: commenteremo a nostra volta la tua storia!

Ultimo aggiornamento 2022-12-08 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Emilia Urso Anfuso

Giornalista, scrittrice e conduttrice televisiva e radiofonica.
Conduce le trasmissioni video "MediaticaMente" e "Racconti investigativi" con il Luogotenente dei Crimini Violenti del ROS, Rino Sciuto. Le registrazioni delle puntate si trovano su YouTube.
Scrive per Libero - edizione in edicola - di politica, economia e attualità; per il settimanale Visto e per altri giornali.
Scrive per per i siti di informazione del Network Puntoblog Media: consumatori.blog, assistenza-clienti.it e lavoratori.blog
Fondatrice e direttore responsabile, dal 2006, della testata giornalistica di informazione online: www.gliscomunicati.it
Sociologa
Esperta di comunicazione
I suoi libri sono in vendita su Amazon
Docente per la P&D Communication, tiene corsi di giornalismo, public speaking, web journalism e conduzione radiofonica

Commenta

Consumatori sui social

invia storia

Sei stato vittima di un sopruso da parte di una azienda? Vuoi condividere la tua disavventura con altri consumatori nella tua stessa situazione?

Questo è il tuo spazio! Raccontaci la tua storia e saremo felici di pubblicarla sulle pagine di questo sito.