inviare un reclamo alla rai

RAI: come inviare un reclamo o una segnalazione

La RAI è l’azienda che, a livello nazionale, si occupa del servizio pubblico televisivo. Le trasmissioni ebbero inizio il 3 Gennaio 1954, con un unico canale televisivo, che portò nelle famiglie italiane – poche inizialmente che potevano permettersi l’acquisto di un apparecchio televisivo – informazione, cultura e intrattenimento.

Nel corso degli anni, si aggiunsero RAI 2 e RAI 3, ampliando l’offerta delle trasmissioni.

Il cosiddetto “Canone Rai” che oggi dovrebbe essere chiamato canone televisivo, in quanto si paga non per la fruizione delle trasmissioni RAI quanto per la proprietà degli apparecchi riceventi il segnale televisivo, dal Luglio 2016 si paga sulla bolletta dell’energia elettrica.

Questa decisione fu presa di concerto col governo a causa dell’enorme evasione fiscale: ammettiamolo, era una delle imposte più odiate dagli italiani, e lo resta ancora…

Il rapporto tra la RAI e i cittadini sembra essere unilaterale, nel senso che da un lato esiste l’azienda che organizza le trasmissioni ed emette il segnale televisivo e dal lato opposto ci sono i telespettatori. Ma non è esattamente così.

Gli uffici della RAI, la cui sede centrale si trova a Roma, sono anche il centro amministrativo attraverso il quale si svolgono molte attività legate al rapporto diretto coi telespettatori e contribuenti.

Esiste anche un settore dedicato all’assistenza alla clientela, e se si ha necessità di inviare un reclamo o una segnalazione, ecco che il rapporto diventa bidirezionale: non più RAI intesa come emittente televisiva bensì come azienda che ha rapporti con la clientela.

Motivi d’invio di un reclamo o di una segnalazione alla RAI

Qualcuno si chiederà: “Per quale ragione si dovrebbe inviare un reclamo o una segnalazione alla RAI”? Per esempio nel caso in cui nel territorio in cui si risiede non arriva il segnale televisivo. Oppure perché, non essendo proprietari di apparecchi televisivi, si riceve ugualmente la bolletta della luce con la rata del canone RAI da pagare.

I motivi possono essere di varia natura, insomma. C’è anche chi reclama per il tipo di trasmissioni che non gradisce…

Vediamo ora come si inoltra un reclamo o una segnalazione alla RAI, quale che sia la ragione che spinga a farlo.

RAI: come inoltrare un reclamo per scarsa ricezione del segnale

Se abiti in una zona in cui non si riesce a ricevere i tre canali RAI, cosa che accade da quando è stato avviato il processo di digitalizzazione che impone l’uso del decoder o di apparecchi televisivi con decoder integrato, e vuoi inviare un reclamo, dovrai contattare l’azienda che si occupa della diffusione del segnale RAI, cioè RaiWay.

Ecco tutti i metodi di contatto:

  • Si può telefonare al numero 06 94809596
  • È possibile inviare il reclamo tramite email alla casella di posta elettronica: raispa@postacertificata.rai.it
  • Infine si può inviare  una lettera al seguente indirizzo: Rai Way S.p.A. – Via Teulada 66 – 00195 Roma

Inviare un reclamo o una segnalazione per il canone RAI

Dovremmo abituarci a chiamarlo canone televisivo, ma è rimasto  per tutti il Canone Rai. Se ci si trova nella necessità di dover inviare una segnalazione o un reclamo, ecco l’indirizzo completo a cui inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno:

Direzione e coordinamento RAI
Radiotelevisione Italiana Spa
Viale G. Mazzini 14
Roma

Infine, per chi preferisce il canale web, ecco la sezione del sito della RAI attraverso la quale è possibile trovare tutti i contatti oltre a una chat immediata attraverso la quale si può dialogare con un operatore: contatti RAI online.

Conclusioni

Ogni giorno milioni di telespettatori si collegano a uno o più canali RAI per seguire le trasmissioni televisive proposte. E ogni giorno, milioni di telespettatori vorrebbero trasmissioni diverse, oppure poter dire la propria sulla RAI.

Ti offriamo l’opportunità di dire la tua da consumatore e telespettatore: cosa ne pensi della RAI, del canone televisivo, dei programmi? Scrivici, compilando il modulo Storie di consumatori.

Pubblichiamo metodicamente le testimonianze più interessanti sulle pagine del nostro sito, con la speranza non solo di dar voce ai consumatori, ma anche di creare un dialogo, e un dibattito, su tematiche di interesse comune.

Emilia Urso Anfuso

Giornalista, scrittrice e conduttrice televisiva e radiofonica.
Conduce le trasmissioni video "MediaticaMente" e "Racconti investigativi" con il Luogotenente dei Crimini Violenti del ROS, Rino Sciuto. Le registrazioni delle puntate si trovano su YouTube.
Scrive per Libero - edizione in edicola - di politica, economia e attualità; per il settimanale Visto e per altri giornali.
Scrive per per i siti di informazione del Network Puntoblog Media: consumatori.blog, assistenza-clienti.it e lavoratori.blog
Fondatrice e direttore responsabile, dal 2006, della testata giornalistica di informazione online: www.gliscomunicati.it
Sociologa
Esperta di comunicazione
I suoi libri sono in vendita su Amazon
Docente per la P&D Communication, tiene corsi di giornalismo, public speaking, web journalism e conduzione radiofonica

30 commenti

    • Salve, ha ragione, ma il Canone, seppur si continui a chiamare “Canone Rai” si paga per il possesso degli apparecchi che ricevono il segnale televisivo, non per pagare la Rai, che prende solo una piccola quota del canone
      C’è una normativa in vigore che lo chiarisce
      Un saluto

  • Come mai il servizio televideo sulle informazioni di cronaca, politica etc e stato cambiato in peggio? Praticamente è sparita la cronaca nera etc. Scarsità di notizie, politica quasi assente, notizie economiche poi… Lo so per certo che nessuno farà caso a questa mia protesta, ma qui siamo arrivati alla mancanza di rispetto per i contribuenti.

    • Salve Gennaro,
      cosa le fa pensare che su questo sito nessuno avrebbe dato ascolto alla sua protesta?
      Il problema è che questo non è il sito della Rai, ma un sito di informazione per i diritti dei consumatori
      Invii invece il suo reclamo alla Rai, ed esponga le sue giuste osservazioni
      Mi tenga informata
      Un saluto

  • ALLE ORE 19,35 OGGI 02 AGOSTO 2020, SONO RIENTRATO NEL MIO DOMICILIO PER VEDERE IL TELEGIORNALE DELLA TGR DELLA BASILICATA NON SI VEDE NULLA IN QUANTO MALTEMPO CON PIOGGIA QUESTO E IL DIGITALE TERRESTE. IO DOVE STO VEDE 4 CANALI RAI IL 1, 2, 3, E RAI NEWS 24. IO PAGO IL CANONE RAI. NOTE BENE OGNI VOLTA CHE PIOVE IL SEGNALE SPARISCE VIVA IL DIGITALE TERRESTE, NON SI VEDE NEANCHE IL TIVU’ SAT. PROGRAMMI DELLA RAI. VORREI DELLE NOTIZIE IN MERITO GRAZIE. CORDIALI SALUTI. BUONA SERATA.

  • Vorrei semplicemente chiedere il motivo per cui noi paghiamo un canone,per rivedere solo repliche,se facciamo una fotocopia del pagamento vecchio voi lo riaccettate? Siamo tutti stufiii

  • Voglio far presente che il servizio dei sottotitoli e ‘ gestito Malissimo posso capire in diretta ma anch nei programmi registrati fa’ PENA non vanno di pari passo con le immagini o addirittura arrivano molto prima .e’ colpa dell’operatore ? Penso che ci siano tantissime persone come me co problemi di udito

    • Salve e grazie per il commento
      Purtroppo noi non possiamo agire in quanto non siamo la Rai bensì un sito di informazioni per i consumatori
      Provi a reclamare utilizzando le soluzioni descritte nell’articolo che sta commentando e ci faccia sapere
      Un saluto e buona serata

  • Nonostante tv di ultima generazione con tutti i crismi possibili, sul digitale errestre, non su vedono canali Rai nonché vari mediaset.

  • Non è possibile che quando parte la pubblicità o qualche promo Rai, l’audio raddoppia creando una sensazione di fastidio e automaticamente si tende a cambiare canale(cosa buona tra l’altro visto i programmi che danno)

    • Gentile Angelo,
      è un sistema che, in effetti, è in voga da molti anni
      Non appena arriva la pubblicità, l’audio aumenta automaticamente
      E’ un modo per allertare i telespettatori e prendere la loro attenzione…
      Un cordiale saluto

  • Da 4o5giorni non vediamo più i canali rai 1 2 3.Come mai? Noi ci serviamo del ripetitore di Trevico (AV).Si ricevono solo in hd, ma molti utenti non hanno i tv con hd.Per favore risolvere è datemi risposta.

    • Gentile lettore, noi non siamo la Rai ma un sito di informazione per i diritti dei consumatori
      Deve inoltrare il suo reclamo alla RAI: legga l’articolo che sta commentando, troverà tutte le informazioni per reclamare
      Un cordiale saluto

  • Abito a Brenna,prov. Como, canoni regolarmente pagati da 40 anni. É mai possibile che televisioni minuscole via superino in tutti i modi. Con tutti i soldi che i diamo, quando potremo vedere Rai mobile, Rai premium e tutt’al filippica in un modo decente e senza disturbi continui? Non ci vergognate?

  • Buongiorno vorrei capire perche si paga il canone quando non si vede niente tutto questo per il digitale che ha fatto più danni di prima non si può parlare con nessuno sono tutti invisibili per prendere i soldi ci sono.

  • Dopo le 22,00 o la mattina presto scompaiono tutti canali RAI mentre si vedono gli altri canali, durante il giorno poi si vedono. Io pago il canone e ho chiesto più volte di verificare ma il problema persiste

    • Gentile Teni,

      da diversi anni (dal 2016 per l’esattezza) il canone, pur continuando a essere genericamente chiamato “Canone Rai” si paga per il possesso dell’apparecchio televisivo, non per la fruizione delle trasmissioni televisive

      La legge di riferimento è la n. 208 del 2015 e le nuove norme che regolano il canone TV – così si chiama da allora – sono contenute dall’art. 152 all’art. 159

      Un cordiale saluto

Consumatori sui social

invia storia

Sei stato vittima di un sopruso da parte di una azienda? Vuoi condividere la tua disavventura con altri consumatori nella tua stessa situazione?

Questo è il tuo spazio! Raccontaci la tua storia e saremo felici di pubblicarla sulle pagine di questo sito.