Bonus Bancomat 2021: tutte le informazioni utili

E’ un periodo storico che non lascia tregua ai cittadini del mondo, quello in cui stiamo vivendo.

La pandemia mondiale non sta portando solo effetti dannosi sulla salute di chi viene aggredito dal Coronavirus, perché notiamo le ripercussioni a livello economico causate dalla necessità di contenere la diffusione dei contagi anche attraverso la chiusura delle attività produttive.

Negozi con le serrande abbassate in alcuni territori considerati ad alto rischio e quindi divenuti “zona rossa” o “zona arancione”, settore della ristorazione in affanno a causa delle chiusure anticipate, centri commerciali chiusi nel fine settimana…insomma, un vero problema a livello nazionale, da sanare – in qualche modo – con le misure economiche dedicate ai vari protagonisti del nostro tessuto sociale fondamentale: imprese, commercianti e professionisti.

A parte questo, è urgente risollevare le sorti dei negozi su strada, anche perché il periodo festivo di quest’anno è interessato dalla crisi peggiore dopo quella scatenatasi nel 2008 a livello mondiale.

Che fare quindi, per dare una boccata d’ossigeno a chi ogni giorno attende fiducioso la clientela per poter continuare a portare avanti l’attività commerciale? E quali soluzioni adottare per far si che i consumatori siano allettati a comprare?

La risposta si chiama Bonus Bancomat 2021, una soluzione che non è stata pensata solo a risollevare l’economia del paese, ma anche per limitare la circolazione del denaro contante, un progetto che va avanti senza sosta ormai da qualche anno, e che ci porterà in pochi anni alla quasi totale eliminazione delle banconote e delle monete.

Non solo: questo tipo di soluzioni sono atte, anche, a sostenere la lotta contro l’evasione fiscale e più avanti scoprirai perché.

Leggendo i paragrafi successivi, potrai apprendere infatti tutte le informazioni necessarie per comprendere bene i meccanismi che si celano dietro al Bonus Bancomat 2021 e come partecipare. Buona lettura!

Entrata in vigore del DL 156/2020

Se ne sente parlare da diverso tempo e molti consumatori cercano di comprendere quale sia il meccanismo che consente di risparmiare sulle spese sostenute quando si acquistano prodotti di vario genere.

Si tratta di un incentivo per stimolare i consumi che il governo ha inserito all’interno del DL 156/2020, il cui documento ufficiale troverai in fondo a questo articolo nel paragrafo “Riferimenti“, e che consente ai cittadini italiani di ottenere un rientro in denaro, il cosiddetto cashback, per ogni spesa effettuata utilizzando metodi di pagamento elettronici.

Come accennato in precedenza, questa misura ha molteplici scopi. Da un lato quello di far tornare a girare l’economia, dall’altro di combattere l’evasione fiscale tracciando ogni spesa, ma premiando i contribuenti facendoli rientrare di una percentuale calcolata sugli acquisti.

Questa novità prenderà il via a partire dal 8 Dicembre 2020. Vedremo con il passare del tempo se dal Governo decideranno di modificarla e inserire nuovi criteri.

Meccanismo del cashback

Il Bonus Bancomat 2021 è l’incentivo che il Governo ha varato con attivazione dal 8 Dicembre 2020 per ridurre l’uso del contante e, di conseguenza, per contrastare l’evasione fiscale.

Come si entra a far parte di questo programma? Partiamo con il presupposto che per rientrare di qualche soldo, è necessario che gli acquisti siano pagati con metodi tracciabili, cioè bancomat, carte di credito e di debito ma anche altri metodi di pagamento digitali, come per esempio le app finanziarie di nuova generazione.

Il bonus da diritto al 10% di ritorno in denaro, calcolato sugli importi spesi e fino a un tetto massimo di 3.000 euro l’anno e quindi per un rientro pari, al massimo, di 300 euro.

Per ciò che riguarda le tempistiche sui rimborsi, questi saranno erogati semestralmente. Significa che ogni sei mesi sarà calcolato il 10% di cashback su una soglia massima di spesa di 1.500 euro.

Tempi di erogazione del bonus

Inizialmente si tratterà di una fase sperimentale, avviata a partire dal 8 Dicembre 2020, per cui i partecipanti riceveranno i bonus maturati fino al 31 Dicembre 2020 entro il 28 Febbraio 2021 ma solo se avranno effettuato almeno 10 acquisti nel periodo di dicembre 2020 e seguendo le modalità di partecipazione descritte nel paragrafo successivo.

Ogni sei mesi si procede all’erogazione del bonus del 10% sulle spese effettuate con carta di credito, di debito, bancomat e altri sistemi digitali. Per avere un’idea più chiara dei tempi di erogazione, ecco la tabella di riferimento.

Dal primo Gennaio 2021, i periodi entro i quali si potrà partecipare saranno i seguenti:

  • 1° gennaio 2021 – 30 giugno 2021
  • 1° luglio 2021- 31 dicembre 2021
  • 1° gennaio 2022 – 30 giugno 2022

ATTENZIONE: dal 2021 il numero di transazioni minimo per ottenere il rimborso è stato fissato in 50 a semestre.

Modalità di partecipazione al programma di cashback

Chiariamo immediatamente una cosa importante: la partecipazione al programma cashless è volontaria. Solo i consumatori che desiderano partecipare dovranno seguire le norme stabilite nel decreto, e per farlo dovranno:

  • Scaricare sul proprio dispositivo mobile la app IO
  • Essere in possesso di un servizio di identificazione digitale SPID
  • Registrarsi al programma
  • Inserire i dati personali
  • Associare il proprio codice fiscale alle carte di pagamento
  • Inserire i dati delle carte di credito, dei pagamenti elettronici e del bancomat
  • Inserire il codice IBAN dell’istituto bancario presso il quale si desidera ricevere il bonus

Gli acquisti validi per partecipare sono tutti quelli effettuati nei negozi tradizionali, quindi restano esclusi gli acquisti online.

Inoltre, per sostenere la partecipazione collettiva a questa misura, è possibile spendere con le carte digitali e gli altri metodi di pagamento elettronici anche piccole cifre: dai 5 euro in su il governo ha fatto in modo che i commercianti non paghino le commissioni per il servizio POS grazie a un accordo stretto con gli operatori del settore finanziario.

ATTENZIONE: il consumatore può decidere in qualsiasi momento di cancellarsi dal programma semplicemente accedendo alla app ed eliminando i dati delle carte di pagamento. Dall’applicazione sarà possibile verificare lo stato dei pagamenti effettuati e delle somme che si ricevono indietro.

Super cashback

Per finire, ecco il super cashback, un ulteriore incentivo che premierà i primi 100.000 maggiori utilizzatori del sistema e che aderiscono al Bonus Bancomat 2021.

In tal caso il calcolo sarà effettuato sul numero delle transazioni. Chi ne avrà realizzate di più riceverà un ulteriore bonus fino a 3.000 euro l’anno.

Conclusioni

Questo nuovo Bonus varato dal governo Conte bis, rientra nel cosiddetto Piano Cashless, attraverso il quale l’Italia contrasta l’uso del denaro contante.

È un progetto di lunga data, avviato durante il governo Monti e che, col passare degli anni, è stato portato avanti abbassando di volta in volta il tetto massimo dei prelievi al bancomat e dei pagamenti in banconote.

È anche una soluzione utile al contrasto dell’evasione fiscale, perché pagando ogni tipo di acquisto, anche minimo, il Fisco è in grado di verificare approfonditamente lo stile di vita dei singoli contribuenti.

Cosa ne pensi del Bonus Bancomat 2021? Partecipi a questo tipo di programma e vuoi raccontarci la tua esperienza? Trovi inutile questa misura e vuoi dire la tua in proposito? Scrivici, compilando il modulo Storie di consumatori. Apprezziamo che i nostri lettori diventino parte attiva del nostro sito di informazione, e che creino dibattiti costruttivi sui temi che affrontiamo.

Riferimenti

Testo ufficiale del DL 156/2020

Emilia Urso Anfuso

Giornalista, scrittrice e conduttrice radiofonica.
Scrive per Libero - edizione in edicola - di politica, economia e attualità.
Collabora con altre testate di informazione nei settori della macro economia e del fisco.
Scrive per consumatori.blog, assistenza-clienti.it e lavoratori.blog.
Fondatrice e direttore responsabile, dal 2006, della testata giornalistica di informazione online: www.gliscomunicati.it
Sociologa.
Esperta di comunicazione.
Scrittrice: i suoi libri sono in vendita su Amazon.

2 commenti

Consumatori sui social

invia storia

Sei stato vittima di un sopruso da parte di una azienda? Vuoi condividere la tua disavventura con altri consumatori nella tua stessa situazione?

Questo è il tuo spazio! Raccontaci la tua storia e saremo felici di pubblicarla sulle pagine di questo sito.