Ogni giorno, in tutto il mondo, miliardi di persone utilizzano uno Smartphone o un più basico cellulare. Ormai è praticamente impossibile farne a meno.

Anche a causa del fatto che le abitudini dei cittadini del mondo sono così cambiate, e che non è praticamente possibile – sia per ragioni private che professionali – fare a meno della telefonia mobile, che gli operatori decidono tariffe e persino modalità di pagamento di bollette o ricaricabili, come l’odiosa pratica del pagamento ogni 28 giorni, che permette loro di ottenere 13 mensilità invece di 12.

Trovi informazioni aggiornate in questo recente articolo sul tema.

Eh si: quando i consumatori vengono messi nella condizione di non poter fare a meno di un servizio, arrivano le stangate. Un po’ come dire: “Sappiamo che hai bisogno di noi, quindi siamo noi a decidere”.

Ovviamente, questa situazione grava sui consumatori, che cercano disperatamente di ottenere almeno qualche vantaggio sulle tariffe, e non solo aumenti o vessazioni.

C’è però un metodo, forse non troppo conosciuto, per farsi ancora “corteggiare” dagli operatori telefonici, ed è di facile applicazione.

Se ti interessa conoscere questo metodo, continua a leggere e scopri come metterlo in atto…

Minacciare di cambiare operatore: un buon metodo per migliorare l’offerta

Mettiamo che utilizzi una SIM Vodafone da qualche tempo. Li per lì, all’atto dell’acquisto e dell’abbonamento, hai ricevuto un’offerta strabiliante: minuti, sms e Giga illimitati a una tariffa davvero conveniente.

Peccato che, dopo qualche tempo, ti accorgi che quest’offerta strabiliante aveva una scadenza, e ti ritrovi col solito problema di tutti: Vodafone, in maniera unilaterale, decide che la tua tariffa da domani in poi sarà maggiorata.

Che fare? Un metodo c’è, ed è da provare.

Fai così: recati in un negozio Vodafone e chiedi di voler effettuare la migrazione del tuo numero a un altro operatore. Chiedi tutte le info che possono esserti utili. In pratica, devi in qualche modo forzare il commesso del negozio a ritenere che, effettivamente, sei intenzionato a mollare Vodafone per un operatore diverso.

Non devi però effettuare la migrazione: solo mostrare particolare interesse a migrare verso un diverso operatore telefonico.

Incredibilmente, questo comportamento attiverà la controffensiva di Vodafone, che pur di mantenere i propri clienti fedeli, farà di tutto: attenditi infatti una telefonata da un operatore, che vorrà comprendere le ragioni della tua decisione a cambiare gestore telefonico.

Confermagli che non intendi restare, a causa delle tariffe poco vantaggiose e di quelle molto più appetibili dei gestori telefonici concorrenti. L’operatore farà di tutto per farti rimanere cliente. Può proporti una tariffa più vantaggiosa, oppure un regalo in minuti, sms e Giga da utilizzare per un determinato periodo.

Non sei costretto a decidere subito, anzi. Gioca sui tempi. Rispondi che vuoi pensarci e chiudi la telefonata. Entro poco tempo, dovresti ricevere una nuova telefonata dal customer service di Vodafone, che tenterà ancora di farti rimanere cliente, con nuove vantaggiose proposte.

A questo punto, sta a te decidere se accettare o cambiare davvero gestore.

Conclusioni

Solitamente questo tipo di strategia funziona bene. Ovvio che ogni gestore telefonico tiene a mantenere i propri clienti, anche se – paradossalmente – per altri versi opera in maniera da perderli.

Se le proposte che riceverai non ti convincono, puoi sempre migrare davvero il tuo numero, e se non sai come fare, leggi la nostra guida per la migrazione della SIM. Troverai tutte le informazioni che ti occorrono.

Hai deciso di mettere in pratica i consigli che ti ho dato per ottenere la miglior tariffa da Vodafone? Fai conoscere la tua esperienza ai nostri lettori: scrivici utilizzando il modulo storie di consumatori. Pubblicheremo il racconto della tua storia con Vodafone.