restituire modem wind

Wind: come riconsegnare il modem

Wind, che dal 2016 è divenuta Wind-Tre grazie a una fusione con l’operatore telefonico H3G, è una delle più importanti aziende che, a livello nazionale, operano nel settore delle telecomunicazioni che fornisce servizi di telefonia mobile e fissa e di connessione al web.

Con oltre 20 milioni di linee mobili attive e oltre 2 milioni per quanto riguarda la telefonia fissa, è ancora oggi una delle prime aziende italiane del settore di riferimento.

Quando si decide di stipulare un abbonamento con Wind che comprende anche i servizi di connettività, così come accade con gli altri operatori, è necessario acquisire anche il modem, senza il quale non sarebbe possibile collegarsi al web.

Ma cosa si deve fare nel momento in cui si dovesse decidere di recedere dal contratto di abbonamento? Se il modem è stato acquisito con la formula del comodato d’uso, oppure del noleggio, pagando una quota mensile, è necessario restituirlo, in quanto non si acquista il possesso dei device quanto il suo utilizzo.

customer service wind

A chi si deve restituire il modem Wind ed entro quali termini? Scoprilo continuando a leggere i paragrafi successivi.

Modem Wind: a noleggio o in comodato d’uso?

Noleggio e comodato d’uso sono due formule diverse, che permettono al cliente di non acquistare il modem ma di poterlo utilizzare. Come? Pagando una quota mensile, oppure scegliendo di pagare in una sola volta sulla prima bolletta che viene recapitata dopo aver sottoscritto il contratto di abbonamento.

Qual è la differenza? Semplice: il noleggio viene utilizzato per contratti di breve termine, il comodato d’uso per quelli di lungo periodo. Se non si ricorda che tipo di utilizzo si è scelto all’atto della sottoscrizione, è sufficiente recuperare questa informazione sul contratto di adesione.

Come restituire il modem Wind

Dopo aver disdetto l’abbonamento con Wind, si passa alla fase di restituzione del modem. Esistono due possibilità e si può scegliere secondo le proprie esigenze personali.

Innanzitutto è necessario imballare il modem,  possibilmente all’interno della scatola originale – ma se è stata gettata si può usare una scatola anonima rivestita di carta da pacchi – e compilare il cosiddetto DDT – Documento Di Trasporto, che si può acquistare presso una cartoleria ben fornita.

La restituzione deve avvenire tramite corriere DHL, convenzionato con Wind. Si può scegliere sia di recarsi direttamente presso la sede DHL della propria città, oppure di far ritirare il pacco presso il proprio domicilio, contattando il Contact Center di DHL al seguente numero telefonico: 035 8032620.

L’indirizzo, da apporre sul pacco e da scrivere sul DDT è il seguente:

Wind Telecomunicazioni S.p.A
presso CEVA Logistics
Restituzione apparato ADSL
Via dell’Informatica 11
00040 Santa Palomba
Pomezia (RM).

ATTENZIONE: la restituzione deve avvenire entro 60 giorni dalla cessazione del servizio, pena un ulteriore aggravio di spese, pari a 40 euro.

La spedizione è a carico del mittente.

Termini utili per la restituzione

È importante conoscere i termini utili per la restituzione del modem, in quanto se nel contratto di adesione si era accettato di non recedere per un tot numero di mesi, e si decide di farlo prima di questo termine, si è costretti a pagare una cifra variabile, dai 40 ai 100 euro, a seconda della tipologia di device.

Normalmente, i contratti si stipulano per 24 mesi, ed è bene controllare questo dato, sempre sul contratto, prima di fare richiesta di disattivazione del servizio.

Meglio, comunque, informarsi contattando il servizio clienti Wind, telefonando al numero 155 e chiedendo tutte le informazioni utili.

Emilia Urso Anfuso

Giornalista, scrittrice e conduttrice televisiva e radiofonica.
Conduce le trasmissioni video "MediaticaMente" e "Racconti investigativi" con il Luogotenente dei Crimini Violenti del ROS, Rino Sciuto. Le registrazioni delle puntate si trovano su YouTube.
Scrive per Libero - edizione in edicola - di politica, economia e attualità; per il settimanale Visto e per altri giornali.
Scrive per per i siti di informazione del Network Puntoblog Media: consumatori.blog, assistenza-clienti.it e lavoratori.blog
Fondatrice e direttore responsabile, dal 2006, della testata giornalistica di informazione online: www.gliscomunicati.it
Sociologa
Esperta di comunicazione
I suoi libri sono in vendita su Amazon
Docente per la P&D Communication, tiene corsi di giornalismo, public speaking, web journalism e conduzione radiofonica

44 commenti

  • Buongiorno,io ho spedito tramite DHL pagando 22€di spedizione all indirizzo va voi indicato ,ossia a Santapalomba…mi è tornato indietro perché indirizzo non corretto.Cosa devo fare?

  • Stesa cosa è capitato anche a me , ho chiamato li 155 e mi hanno detto che l’indirizzo non è più questo,il nuovo non lo conosco però sarebbe meglio parlare con un consulente chiamando al 155 ed eseguire le loro indicazione.

  • Ho spedito pure io il modem all’indirizzo indicato: Wind telecomunicazioni S.p.A. presso Ceva Logistics via dell’Informatica 11 00071 (00040 è “vecchio”) Anta Palomba Pomezia RM……e pure a me è stato detto che l’indirizzo è errato. Ho contattato telefonicamente la Ceva Logistics, sede centrale,, e mi è stato comunicato che Wind ha ritirato l’incarico loro dato già da alcuni mesi sono ancora in cerca dell’indirizzo corretto da trasmettere a Dhl di Roma ove giace tutt’ora il mio pacco. Ho provato con Wind.it , con 155 ma non ho avuto alcun riscontro positivo…forse perché sono in contenzioso con Wind avendo dato disdetta tramite raccomandata e successivamente con due pec già dal febbraio scorso.

      • A me sembra una presa in giro per i clienti windtre , o meglio, un incastro fatto a posta per creare confusione in modo da far passare il tempo necessario per addebitarlo al cliente. Io ho cercato l’indirizzo sul sito WINDTRE e a questo indirizzo ho spedito il modem , e tra l’altro con un corriere di mia convenienza visto che lo pago io. Naturalmente anche a me il corriere mi dice che non hanno accettato il pacco e che ce l’hanno in giacenza. Il rientro di sicuro avrà un costo che detrarrò dalla ultima fattura che mi invieranno è chiaramente non è mia intenzione corrispondere neanche il residuo costo del modem.

  • Buon giorno! Ho inviato tramite DHL all’indirizzo da lei inserito è tra l’altro confermato da operatori Wind il 29/11/19 €48. Oggi 18/12/19 pacco rientrato con causale indirizzo errato. Dopo varie telefonate al servizio clienti Wind mi dicono:A )indirizzo errato è impossibile restituire modem in quanto usato (5mesi)non può essere rivenduto,B )il cliente è obbligato a pagare il modem!

    • Mi spiace non poterla aiutare: la stessa wind pubblica, ancora oggi, quell’indirizzo e come lei stesso ha scritto anche gli operatori della wind le hanno confermato lo stesso recapito
      Contatti l’assistenza clienti e apra un ticket di reclamo
      Saluti

  • Grazie comunque. Premetto che il sevizio clienti in 3 telefonate su 5 danno risposte differenti unica cosa costante e’ la mancanza di serietà, preparazione e soprattutto educazione da parte di alcuni operatori! Senza parlare del parlare l’italiano! Buona giornata!

  • Dopo oltre 100 giorni dalla segnalazione di un guasto alla linea ho risolto per inadempimento il contratto con la Wind non avendomi la stessa mai risposto (nonostante le decine di segnalazioni e Pec) in oltre 3 mesi. Ho chiesto nei vari negozi e tramite il 155 dove inviare il modem ma nessuno sa darmi una risposta. Ho anche scritto una pec per richiedere l’indirizzo di spedizione e per diffidarli dall’applicare penali relative al ritardo nella restituzione del modem. Ovviamente non ho ricevuto alcuna risposta. Non ho parole per descrivere l’inefficienza di questa azienda.

  • Qualcuno può aiutarmi?
    ho spedito il modem wind all’indirizzo che avete inserito e purtroppo il modem mi è tornato indietro come indirizzo errato. Ho chiamato il DHL e mi hanno detto che per poter procedere al reso hanno bisogno del codice cliente wind per addebitare il reso. Ho detto che era al mio carico ma l’indirizzo di spedizione risulta errato.
    Adesso sono trascorsi 60 gg dalla disdetta e sono sicuro che wind vorrà addebitarmi il modem

    • Salve Giuseppe. purtroppo questa situazione non si sa come risolverla

      La Wind a quanto pare, e non se ne capisce la ragione, non sta comunicando a nessuno i nuovi recapiti per permettere la restituzione dei modem

      Ritengo che una soluzione possibile potrebbe essere quella di segnalare, magari in massa, la situazione all’Agcom…

      Saluti

      • buongiorno oggi ho capito chi ma fatto contratto la wind di sciacca non ma detto che stavo firmando modem a pagamento 48 rate da 5,99 . furba quella della wind . oggi sono andata e ma detto che mi aveva informato?
        se mi avrebbe informato pensate che io facessi contratto? ho mi avrei fatto mandare modem a casa ? come uno schiocco che ho spedito anche io modem ed corriere mi avvisa che indirizzo sbagliato . sono associazione a delinquere e solo in italia succedono queste cose . pur troppo . ultimamente andando ala wind di sciacca volevo attivare scheda nuovo operatore very !! in palermo 10 euro con già ricarica in sciacca voleva 20 euro ho detto chiuda tutto e differenza era 10 euro , figurarsi se mi diceva che dovevo pagare 288 euro per il modem . che vergogna invece di tutelarsi i clienti tutelano questi ladri .adesso non so se denunciare chi ma fatto contratto ho la wind

  • Inoltre aggiungo: contattando il numero 035 8032620 (restituzione resto modem wind con DHL) cade la linea con occupato veloce

  • Wind da ultima telefonata,( ennesima prova di maleducazione e mancanza più assoluta di professionalità ) dice che Wind non fa restituire i modem se non per accertati problemi di connessione che fanno decadere il contratto stipulato e che gli costerebbe troppo smaltire i modem che essendo usati non possono essere riutilizzati! Per me 3wind possono bruciare anche domani..,

    • Grazie per la sua testimonianza, che conferma – purtroppo – il cattivo metodo di non informare i consumatori
      Le informazioni che ho riportato nel mio articolo sono infatti quelle che fornisce la stessa Wind, ma che poi non onora coi consumatori
      Peccato.
      Buona serata

  • Salve ..il numero verde a me invece ha comunicato che non si rispedisce piu il modem ma lo si paga per i mesi restanti la duratA stabilita dal contratto. Sara’ cosi?

    • Dipende: se lei rescinde il contratto prima della durata stabilita, perché magari passa a un diverso operatore, non deve continuare a pagare per un modem che non userà più
      La questione è controversa, perché gli operatori mirano a far pagare tutti in ogni caso
      Presto parleremo nuovamente di questo tema su questo sito
      A presto e buona serata

  • A me stamattina l’operatrice ha detto che il modem va restituito solo se la disdetta è fatta entro 14 giorni dall’attivazione dell’abbonamento ,in caso contrario non va restituito.
    Sarà vero?

    • Salve Rosa: se si disdice entro 14 giorni non c’è alcuna penale da pagare
      Per quanto riguarda invece le richieste, da parte di tutti gli operatori telefonici, di continuare a pagare abbonamenti, bollette e modem, anche dopo aver disdetto la linea, questo non rappresenta la realtà, anche se continuano a obbligare la clientela a pagare
      Presto pubblicheremo un nuovo articolo proprio su questo argomento
      Buona serata

  • Buongiorno anche il sottoscritto è vittima della Wind . Dopo aver spedito il modem all’indirizzo che molti utenti hanno utilizzato, mi sono sentito dire da DHL che l’indirizzo non è corretto. Questa storia è assurda, mancanza di serietà da parte del gestore. Adesso mi vedo arrivare una bolletta Wind di 160 euro per chiusura contratto e con 70 euro di spese caricate per modem non consegnato.

  • Ho letto che dopo 24 mesi di contratto se si decide di disdire, il modem in comodato d’uso lo si può tenere, pagando solo 1 euro. È così?

  • Sono l’ennesima persona che ha subito la TRUFFA di WIND!!!
    Non ho mai potuto provvedere alla registrazione ONLINE del modem, poichè il numero di telefono fisso assegnatomi dal tecnico TELECOM inviato da WIND è un numero recuperato da altro utente disdetto e per questa ragione, come dettomi da uno dei tanti operatori 155, non è stato possibile procedere oltre.
    Quindi non potrò mai utilizzare tale apparato!!
    Ho provveduto a bloccare il RID in banca, disdire il contratto tramite RACCOMANDATA R.R. ed inviare il modem all’indirizzo indicato A MIE SPESE.
    Questo per dare reta a mia moglie, se foss stato per me, avrei tenuto l’apparato in attesa di sviluppi come avevo indicato al negozio WIND che mi ha raggirato vendendomelo…

  • Vittima wind pure io. Contratto per telefono con velocità verbale dell’operatore che non ha chiarito tutto. Ad esempio non mi aveva detto che il modem costava 300,00 euro
    E poi fatture da 82 euro e non si capiva bene per quali cose.
    Per 1 anno ho inviato email e raccomandate con ricevuta di ritorno per chiarimenti. Non mi hanno mai contattata e adesso che hanno ricevuto la lettera di recesso mi hanno chiamata per dirmi che darannola pratica ad una agenzia di recupero crediti.
    Voglio inviare il modem al mittente e lo invierò . Gli ho pure detto che non pagherò un soldo di penale per aver chiuso il contratto. Cmq sono disgustosi

  • Vedere delibera 348/18 Cons dell ‘Agcom.( sentenza del Tar del Lazio del 28/01/2020. Vedere : ” Modem libero” Wind e Tim sono forzate ad offrire il modem libero dal 31/12/2019

    • Gentile lettore, siamo stati tra i primi a occuparci della campagna Modem Libero – era il 2018 – e ho anche intervistato i fondatori della Free Modem Alliance

      Il fatto che sia stato deliberato dall’Agcom – come ho riportato in un articolo pubblicato su questo sito – non corrisponde al cambiamento comportamentale degli operatori telefonici che, anche a fronte dei vari ricorsi al TAR che danno ragione ai clienti, continuano a imporre le loro regole

      Come scrivo e dico da anni: se i consumatori non si oppongono a questo tipo di imposizione, anche aderendo a Class Action, la situazione non si modificherà in tempi brevi, anche perché la storia ci ricorda che non sono le multe milionarie a far riflettere gli operatori telefonici

      Le rammento inoltre che, malgrado la delibera, la stessa contiene questo passo: “Se sul fronte “vecchi clienti” il Tar ha dato ragione all’Agcom, d’altro canto – pronunciandosi sul ricorso di Tim – ha annullato un punto della delibera dell’Autorità: quello secondo cui gli operatori telefonici non potevano imporre spese aggiuntive per la mancata restituzione del modem fornito gratuitamente e rimasto inutilizzato. Se l’utente opta per il recesso anticipato, quindi, deve restituire il modem oppure pagarne il corrispettivo.”

      A questo link troverà gli articoli che abbiamo pubblicato sul tema: https://consumatori.blog/?s=Modem+Libero

      Saluti

  • Buongiorno a tutti voi. Sono riuscita a spedire il modem al mittente. Ma non pagherò alcuna spesa. Che sia legale oppure no, mi oppongo.
    Per quasi 1 anno ho chiesto informazioni a Wind, via email e con raccomandate con ricevuta di ritorno, spendendo all’incirca 26 euro solo di raccomandate. Non mi hanno mai contattata, solo ora che ho inviato il recesso mi stanno chiamando continuamente, perché devo pagare la penale e il modem..e una fattura, secondo loro da 42 euro…
    Mi hanno scritto che danno in mano ad una agenzia di riscossione e andremo in tribunale.
    Il mio numero do cellulare allora lo avevano. E le raccomandate le sanno inviare.
    Come mai non mi hanno mai cercata e non mi hanno mai inviato raccomandate di risposta alle mie richieste di chiarimenti? Come mai adesso invece chiamano sempre?
    Sono ripetitiva, scusate, ma davvero questo lucro deve terminare.
    Fanno contratti online, e le persone di quasi 60 anni come me, vengono letteralmente imbrogliare.
    Forse sono io poco esperta con la tecnologia, ma ci vuole correttezza attenzione. Non sono io in errore. Sono loro che non sono chiari e non va bene.
    Grazie. Patrizia Consuelo Gelmuzzi

  • Questo è l’indirizzo riportato nelle condizioni contrattuali:

    Wind Tre S.p.A., presso presso DHL Supply Chain (Italy), Strada P.le 39, km 14,60 – 20060 Liscate (MI)

    Questo il punto 6 .3 delle condizioni contrattuali:

    6.3 La durata del comodato o della locazione degli Apparati è di 24 mesi dalla data di consegna dell’Apparato o di attivazione del Servizio, con rinnovo tacito di anno in anno. Per gli Apparati che consentono l’accesso e la fruizione dei Servizi Internet in ADSL o in Fibra Ottica FTTC o dei Servizi di Telefonia su IP in caso di disattivazione del Servizio o richiesta di cessazione anticipata del comodato o locazione, il Cliente si impegna sin d’ora ad acquistare l’Apparato (e gli eventuali relativi accessori) alle seguenti condizioni: se la disattivazione o la cessazione avviene entro 24 mesi dalla consegna degli Apparati, verrà applicato un corrispettivo pari a 40 euro in caso di Apparati Base e di 100 euro in caso di Apparati Premium; se la disattivazione o cessazione avviene dopo 24 mesi dalla consegna, sarà applicato un corrispettivo pari a 1 euro sia per gli Apparati Base che per gli Apparati Premium. In caso di linea aggiuntiva o di attivazione del Servizio Internet in tecnologia Fibra Ottica FTTC, nel caso in cui l’Apparato venga consegnato prima dell’attivazione del servizio e quest’ultimo non vada poi a buon fine, il Cliente è tenuto alla restituzione dell’Apparato, inviandolo a proprie spese all’indirizzo di seguito indicato: Wind Tre S.p.A., presso presso DHL Supply Chain (Italy), Strada P.le 39, km 14,60 – 20060 Liscate (MI). La mancata restituzione dell’Apparato entro 30 giorni dalla richiesta di disattivazione del Servizio sarà intesa come manifestazione di volontà del Cliente di acquistare l’Apparato. In questo caso, WIND addebiterà un corrispet-tivo pari a 40 euro per l’acquisto dell’Apparato.Per gli Apparati che consentono l’accesso e la fruizione dei Servizi Internet in tecnologia Fibra Ottica FTTH, in caso di disattivazione del Servizio, il Cliente è sempre tenuto alla restituzione dell’Apparato (e degli eventuali relativi accessori), inviandolo a proprie spese all’indirizzo di seguito indicato: Wind Tre S.p.A., presso presso DHL Supply Chain (Italy), Strada P.le 39, km 14,60 – 20060 Liscate (MI). La mancata restituzione dell’Apparato entro 30 giorni dalla richiesta di disattivazione del Servizio sarà intesa come manifestazione di volontà del Cliente di acquistare l’Apparato. In questo caso, WIND addebiterà un corrispettivo pari a 120 euro per l’acquisto dell’Apparato. Il Cliente è informato sin d’ora che l’Apparato non è compatibile con servizi internet in qualunque tecnologia offerti da operatori diversi da WIND. Dopo il pagamento del corrispettivo per l’acquisto dell’Apparato, differenziato come indicato nei punti precedenti, l’Apparato diventa di proprietà del Cliente, che non dovrà quindi provvedere in alcun caso alla restituzione.

  • buongiorno, ci sono tante cose che non vanno, ma con tutti i gestori.
    Se Fai un contratto on line ti fottono nel migliore dei modi, ti garantiscono una cosa , poi alla fine ne trovi un’altra.
    A me è successo di aver stipulato un contratto on line con TUTTO INCLUSO, MA TUTTO TUTTO?
    L’OPERATORE, CERTO (INSTALLAZIONE,CHIAMATE NAZIONALI, MOBILI, FISSO, MODEM, INTERNET..A 29,90.)
    POI LA BOLLETTA ARRIVA CON, NOLEGGIO MODEMM CHIAMATE EXTRA SU CELLULARI,PERSINO IL CHI E’! ABBONAMENTO ANCHE ELENCO TELEFONICO) A QUESTO PUNTO UN PO IRRITATO CHIAMO L’OPERATORE , CHE SECONDO ME TI INIBISCONO IL TUO NR.FISSO E NONRIESCI MAI A PARLARE O AD AVERE RISPOSTA FINCHE NON SONO PASSATI I GIORNI PER CHIEDERE IL RECESSO. ALLORA POI, CON UN PO DI FORTUNA RIESCI A PALRLARE CON L’OPERATORE CHE A SUA VOLTA SCENDE DALLA NUVOLE E NON HA UNA RISPOSTA LOGICA. E TU CHE FAI? O TI TIENI IL CONTRATTO O DISDICI. A QUESTO PUNTO QUALSIASI SIA LA TUA DECISIONE TI OBBLIGANO A PAGARE CERTE SOMME A TE ( NON DOVUTE) MA PER LORO SONO DOVUTE. CHE FARE? TI TROVI IN UN INCUBO TOTALE VUOI SPACCARE TUTTO E MANDARGLI AQUEL PAESE. NONTI RESTA CHE DISDIRE TUTTO E POI NE PARLIAMO. BUONA GIORNATA A TUTTI. E NON FATE CONTRATTI ON LINE.

  • O fatto un contratto con windtre ma non o messo la linia per motivi di bruciarmi la casa il tehnico a anulato tutto ma io ora come mando il modem indietro senza mai aprire grazie si mi po aiutare qualcuno

  • Buon giorno purtroppo con questo corona virus sono rimasto senza lavoro ho dovuto disdire l assicurazione sulla vita mia e di mia moglie .non fare l assicurazione allo scooter alla macchina ho dovuto disdire la linea fissa e internet con windtre. Però gli operatori mi hanno detto che dovrò pagare una penale di 75 euro e continuare a pagare x 35 mesi 5.90 perché ho acquistato il modem

    • Salve
      una delibera del TAR del Lazio ha dato ragione ai consumatori e ha abbracciato la campagna “Modem Libero” – di cui abbiamo parlato su questo sito – e quindi lei ha diritto a NON pagare le rate residue del modem

      Invii una raccomandata con ricevuta di ritorno alla Wind, comunicando che non intende pagare per un dispositivo che non userà in quanto ha disattivato la linea, di conseguenza è un dispositivo inutile e che, comunque, grazie anche alla delibera del TAR, si evidenzia un’azione di abuso da parte dell’operatore telefonico

      Le consiglio, contestualmente, di contattare l’assistenza clienti, rammentando loro che ha facoltà di denunciare questo comportamento presso l’AGCOM
      Mi faccia sapere e buona giornata

  • Vergogna WIND, devono vergognarsi, hanno una pessima gestione del servizio clienti, sono disgustosi: ho mandato disdetta più volte, in vari modi, ma hanno sempre continuato a perseguitarmi con richieste di pagamento. VERGOGNOSI

  • Buongiorno, io non sto qui a scrivere i particolari ed i tempi persi con Wind Tre, riassumo il tutto scrivendovi che durante il lockdown per problemi lavorativi avevo bisogno della Fibra che era disponibile nel mio paese e ne avevo la certezza in quanto il nostro sindaco aveva pubblicato un articolo sul quotidiano locale e sui social. Dopo innumerevoli tentativi di contattare wind tramite 155 – 159- app w3 – Facebook e persino WhatsApp senza ricevere risposta finalmente un giorno parlo con l’operatrice che in modo “SCOCCIATO” mi fornisce tre risposte differenti alla mia richiesta di passaggio a fibra per motivi lavorativi : 1 Risposta : nel suo comune non arriva la fibra !! Io replico fornendo i dettagli dati dal mio sindaco; 2 Risposta: nella sua via non arriva la fibra !! Io replico dicendo che uno dei miei vicini l’ha messa 3 Risposta: senta, noi diamo la precedenza ai nuovi clienti, il resto dei clienti dovrà aspettare un tempo indefinito. A questa risposta ho replicato che la mia speranza era che la telefonata fosse registrata e che avrei provveduto immediatamente a fare disdetta a cui ho allegato uno scritto preciso con date e orari.
    Ho rispedito il modem all’indirizzo Wind telecomunicazioni S.p.A. presso Ceva Logistics via dell’Informatica 11 00071 (00040 è “vecchio”) SAnta Palomba Pomezia ….ma è ritornato indietro.
    Adesso mi hanno fornito il nuovo indirizzo : WIND TRE S.P.A. CON SOCIO UNICO DIREZIONE E COORDINAMENTO VIP-CKH LUSSEMBURG S.A.R.L. VIA LARGO METROPOLITANA 5 20017 RHO’ (MI) a cui rispedirò il modem. Per notizia mi hanno dato il numero del corriere DHL 0247923517 che ritirerebbe il pacco senza costi ma il numero è inesistente.
    Io mi sono rivolto alla Federconsumatori e andrò avanti , disponibile a pagare la chiusura del contratto di 65 euro ma il modem non lo pagherò.!!
    Wind Tre vergognosa !!!

  • Io ho avuto una controversia con Wind per più di 20 giorni di disservizio. Saputo poi che la linea non era più ripristinabile (non per mia colpa, ma perché Wind l’aveva attivata anche se non poteva secondo telecom….) ho chiuso il contratto. Wind mi ha mandato la fattura con spese di chiusura e rate residue modem( cliente da 32 mesi!!)Prima mi sono appoggiato a Conciliaweb per segnalare una scorrettezza del gestore, ho restituito il modem entro i 60 giorni, e, nell’udienza tra me, il conciliatore e Wind, hanno riconosciuto le loro colpe e stornato gli importi da pagare, oltre l’ indennizzo per i giorni di mancato servizio.
    Consiglio per chi ha problemi con i gestori di appoggiarsi ad associazioni per i diritti dei consumatori!!

  • Ma gli organismi per la difesa dei consumatori non può fare nulla per queste vessazioni, quando non devianza calcolata fino alla frode? Ho la copia del contratto con indirizzo per i resi, inviato modem tramite centro di spedizione, il corriere dice che non esistono in località Pomezia. L’agenzia mi manda una mail dove dice che nemmeno all’indirizzo telefonico da Wind indicato CEVA non risponde nessuno!! Cosa facciamo, tutti …..in galera?! Sono furibondo per l’impotenza e per il tempo perduto!

  • Ho anch’io il problema della restituzione del modem fibra per cessazione contratto con Wind3. Avevo già annotato le modalità per la restituzione, le procedure da seguire e il recapito da indicare sul pacco. Ma dai commenti che ho letto e le difficoltà incontrate dagli utenti mi sembra quasi impossibile effettuare la restituzione del modem. Pare che non sia negli interessi di Wind3 accettare la restituzione dell’apparecchio. L’ AGCom dovrebbe intervenire d’ ufficio.

  • il sito potrebbe essere utili ma dovete ogni tanto verificare che gli indirizzi che inserite siano validi ed oggiornati….quello dela windtre per la consegna del moden
    fibra con recesso entro 14 gg. non è valido …devo farlo rientrare e spedirlo tramite
    la windtre sempre tramite dhl (premetto nel dirle che l’indirizzo è stato scrito corretamente…verificato + volte)

    • Salve Maurizio,
      purtroppo non è questione di avere gli indirizzi aggiornati o meno qui sul blog, il problema dell’indirizzo “fantasma” di Wind3 per la restituzione del modem è rinomato. Non sono stati divulgati altri indirizzi ufficiali, ma se trova il modo per poter risolvere questo problema e ha voglia di farcelo sapere provvederemo ad aggiornare l’articolo. Saluti

Consumatori sui social

invia storia

Sei stato vittima di un sopruso da parte di una azienda? Vuoi condividere la tua disavventura con altri consumatori nella tua stessa situazione?

Questo è il tuo spazio! Raccontaci la tua storia e saremo felici di pubblicarla sulle pagine di questo sito.