Ho un appartamento che affitto regolarmente dal 2012. Negli anni il contatore del gas è stato chiuso e riaperto tre volte. Nel 2019 l’ultimo inquilino contatta Iren per riaprire il gas e loro gli richiedono il modulo i/40.

Contatto Iren e dico loro che l’impianto non è mai stato modificato e chiedo loro perchè mi chiedono di farlo ricertificare. Diversi operatori call center di Iren mi dicono che non è una loro richiesta ma è richiesto da Italgas. Contatto Italgas e diversi operatori mi dicono che non è una richiesta di Italgas.

Passo un mese a contattare call center Iren ed Italgas ma ripetono sempre la stessa cosa. Mando anche pec ad Italgas. Alla fine decido di spendere i 300 euro richiesti per la verifica impianto e compilazione del modulo i40 altrimenti non mi allacciano il gas.

Finalmente il gas viene allacciato e ieri ricevo risposta alla mia pec ad Italgas che mi conferma che loro non hanno mai richiesto i/40. Che la richiesta veniva da Iren, che se avevo fatto presente ad Iren che
l’impianto non aveva subito modifiche loro avrebbero dovuto generare un servizio senza i/40 .

Di fatto ho speso 300 euro inutilmente per certificare un impianto certificato 10 anni fa ed il servizio call center e pure lo sportello irennon hanno saputo aiutarmi.


Storia inviata da Elisabetta. Vuoi condividere anche tu la tua esperienza? Raccontaci la tua storia in “Storie di Consumatori“.