Se il tuo pacco arriva in ritardo o danneggiato chiedi un rimborso a UPS: ecco come fare

Il trasporto delle merci su gomma è uno dei settori strategici per l’economia italiana. Con il termine “trasporto su gomma” si intende l’utlizzo di mezzi di trasporto su strada e ogni giorno tonnellate di prodotti vengono distribuite sul territorio nazionale grazie all’organizzazione capillare offerta dalle imprese del settore, come quella che in Italia conociamo come UPS.

L’acronimo è il diminutivo di una grande impresa statunitense, la United Parcel Service Inc. tra le più antiche del settore, almeno negli Stati Uniti, dal momento che fu fondata nel 1907.

I suoi furgoni sono immediatamente riconoscibili, perché sfrecciano ormai da decenni sul nostro territorio con il caratteristico e storico colore marrone con il logo dorato. I nostri acquisti online sono spesso recapitati da questo corriere, ma lo utilizziamo in tanti anche per spedire merci a nostra volta e normalmente il servizio è molto soddisfacente.

Ma cosa accade se qualcosa va storto, se per esempio un pacco arriva danneggiato, se non ricevi la merce che hai ordinato, o se hai prenotato un ritiro perché sei tu che devi spedire, ma non si presenta nessuno alla data stabilita o ancora, se si crea un problema di tipo amministrativo?

Si può presentare un regolare reclamo, ma è necessario sapere come procedere.

La guida che ti appresti a leggere ti aiuterà proprio in questo tuo intento: presentare un reclamo a UPS e ottenere assistenza alla tua richiesta. Nei prossimi paragrafi scoprirai tutte le informazioni che ti servono e che stavi cercando, potrai prendere nota delle varie soluzioni e scegliere quella che preferisci.

Chi deve inviare un reclamo a UPS

Iniziamo con un’informazione importante: quando c’è qualche problema col servizio di spedizioni di UPS ed è necessario presentare un reclamo, solitamente ci viene detto che deve essere inoltrato dal mittente. Effettivamente è così.

Se quindi sei la persona che deve ricevere un pacco che però non arriva al tuo indirizzo, oppure hai ricevuto un pacco in cattive condizioni, dovrai chiedere al mittente di procedere con la segnalazione e con l’inoltro del reclamo.

Passiamo ora alle diverse modalità tra cui scegliere per far sapere a UPS che qualcosa non è andato come ci si aspettava: telefono, posta elettronica o lettera per posta tradizionale? La scelta è tua, noi ti forniamo le informazioni utili nei prossimi paragrafi.

Quando un pacco può considerarsi smarrito

Se ti sembra che il pacco stia tardando troppo ad arrivare e vuoi subito che si proceda a inoltrare un reclamo a UPS per mancata consegna, è bene che tu sappia che esso si considera smarrito se non viene consegnato entro le 24 ore successive alla data prevista per la consegna.

Abbi pazienza, quindi, e attendi che passino eventualmente le 24 ore, poi procedi con l’inoltro del reclamo.

Reclamo UPS via telefono

Sei il mittente di una spedizione con UPS e devi comunicare che si è creato un problema? La soluzione più rapida è quella telefonica.

E’ infatti attivo un call center interamente dedicato all’assistenza clienti ed è composto di due numerazioni tra cui puoi scegliere, sia da telefono fisso sia che tu chiami da cellulare:

  • 02 30303039
  • 800 877877

Non appena otterrai risposta alla chiamata, ascolterai la voce pre-registrata che ti indicherà i numeri da selezionare sulla tastiera del tuo telefono per collegarti con i vari reparti. Scegli l’opzione Altro.

Descrivi all’operatore telefonico ciò che è accaduto fornendo il dato fondamentale: il numero di tracking che hai ricevuto all’atto della conferma dell’acquisto del servizio di spedizione.

Potrai scegliere questa soluzione di contatto se telefonerai nelle seguenti fasce orarie: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 08.00 alle ore 19.00 e il sabato dalle ore 8.30 alle ore 13.00.

Come fare un reclamo a UPS online

Se scegli questa seconda soluzione, devi innanzitutto essere un utente registrato sulla piattaforma web di UPS: se non lo sei ancora, puoi creare il tuo account in pochi click accedendo al modulo di registrazione online. Compilalo con tutti i dati richiesti e attivalo cliccando sul link di attivazione che riceverai via mail.

Dopodichè, accedi inserendo il tuo nome utente e la password che hai scelto al momento della registrazione e collegati alla sezione: Centro di supporto online UPS – presenta un reclamo.

Dopo che avrai eseguito l’accesso al modulo, fornisci la descrizione del pacco, se ne sei in possesso puoi allegare documenti che provino il problema, per esempio se è di tipo amministrativo puoi allegare copia della fattura.

Descrivi e completa l’inoltro della tua segnalazione cliccando sul pulsante di invio. La replica da parte dell’ufficio reclami non tarderà ad arrivare.

Reclamo UPS tramite posta tradizionale

Preferisci inviare il tuo reclamo utilizzando la posta tradizionale? Secondo quanto è riportato all’interno della Carta dei servizi di UPS è la terza modalità a tua disposizione.

Descrivi la motivazione della tua richiesta di reclamo e inserisci quanti più dettagli e prove della situazione che si è verificata. Se hai documenti che possono confermare la tua comunicazione allega le copie scansionate.

Dopo che avrai preparato tutto, invia utilizzando preferibilmente la raccomandata con ricevuta di ritorno al seguente indirizzo:

Assistenza Clienti – United Parcel Service Italia S.r.l.
Via 11 Febbraio, 99
20090 Vimodrone (MI)

Questa è la soluzione per chi ha più pazienza ma la replica arriverà non appena il centro di assistenza clienti di UPS riceverà la busta con la tua richiesta.

Richiesta di rimborso

Sei tu il mittente e il pacco che hai inviato non è arrivato a destinazione o è giunto a destinazione fuori tempo massimo anche se avevi selezionato il servizio di consegna con giorno e orario stabiliti?

Hai diritto a chiedere il rimborso di quanto hai pagato grazie alla garanzia di rimborso il cui costo è compreso nella tariffa.

Potrai quindi chiedere che ti venga restituita la somma che hai speso per la spedizione ma ricorda che:

  • la somma che ti verrà restituita sarà da considerare al netto di Iva eventuali altre imposte, tributi o dazi;
  • riceverai il rimborso a patto che l’etichetta sia stata apposta regolarmente sul pacco in maniera che il codice a barre e le informazioni per la consegna risultino visibili chiaramente;
  • dovrai avere la certezza di aver consegnato il pacco da spedire entro l’orario stabilito per non perdere il diritto alla garanzia di consegna con giorno e ora prestabiliti.

BUONO A SAPERSI: UPS non riconosce il rimborso solo nel caso in cui la mancata consegna o il ritardo siano relativi a cause di forza maggiore e quindi non dipendenti dalla volontà o dalla cattiva gestione del corriere.

Un esempio per comprendere meglio: se si verifica un uragano e le consegne sono impossibili, la colpa non è certo del corriere…

Conclusioni

Se un servizio fornito da un’azienda non corrisponde a quanto assicurato o il consumatore non riceve un servizio pagato, si ha sempre diritto di reclamare. Come hai potuto scoprire leggendo questa guida, anche nel caso in cui si tratti di ritardi nella consegna di una spedizione potrai far valere questo tuo diritto.

Se hai avuto un’esperienza di reclamo per qualcosa che è andato storto nel tuo rapporto con questo corriere e vuoi far conoscere la tua vicenda a noi e ai nostri tanti lettori, scrivici compilando il modulo online Storie di consumatori.

Saremo lieti di rendere pubblica la tua storia per permettere ad altri consumatori di scoprire magari altri elementi utili e perché no, per aprire un dibattito sul tema.

Emilia Urso Anfuso

Giornalista, scrittrice e conduttrice televisiva e radiofonica.
Conduce le trasmissioni video "MediaticaMente" e "Racconti investigativi" con il Luogotenente dei Crimini Violenti del ROS, Rino Sciuto. Le registrazioni delle puntate si trovano su YouTube.
Scrive per Libero - edizione in edicola - di politica, economia e attualità; per il settimanale Visto e per altri giornali.
Scrive per per i siti di informazione del Network Puntoblog Media: consumatori.blog, assistenza-clienti.it e lavoratori.blog
Fondatrice e direttore responsabile, dal 2006, della testata giornalistica di informazione online: www.gliscomunicati.it
Sociologa
Esperta di comunicazione
I suoi libri sono in vendita su Amazon
Docente per la P&D Communication, tiene corsi di giornalismo, public speaking, web journalism e conduzione radiofonica

Commenta

Consumatori sui social

invia storia

Sei stato vittima di un sopruso da parte di una azienda? Vuoi condividere la tua disavventura con altri consumatori nella tua stessa situazione?

Questo è il tuo spazio! Raccontaci la tua storia e saremo felici di pubblicarla sulle pagine di questo sito.