Pagare a rate e senza interessi: Scalapay, Klarna e Soisy

L’accesso al credito è uno dei temi caldi che, in una nazione come l’Italia, con una situazione socio economica complessa e aggravata dal perdurare dell’emergenza sanitaria, sta trovando diversi tipi di soluzioni.

Esistono tanti modi di accedere al credito, non solo ottenendo un mutuo o un prestito per acquistare un bene, sia esso necessario o voluttuario.

Oggi, anche grazie alla tendenza dilagante di acquistare online, si stanno imponendo nuove regole anche per ciò che riguarda i metodi di pagamento, che sono sempre più digitalizzati, e anche per ciò che riguarda la possibilità di pagare gli acquisti online o nei negozi tradizionali in comode rate mensili e senza interessi. Il tutto senza la necessità di doversi rivolgere a un istituto bancario.

Com’è possibile? Grazie ad alcune imprese del settore fin-tech che sono riuscite a comprendere quale potesse essere la soluzione al problema del “far girare l’economia in tempo di grave crisi economica”.

Si acquista, e in maniera semplice e immediata, si paga con rate a cadenza mensile senza interessi o costi aggiuntivi. Queste soluzioni si chiamano Scalapay, Klarna e Soisy, tre vere novità nel panorama della rateizzazione degli acquisti di prodotti di consumo.

Se vuoi scoprire tutto su queste vere novità messe a disposizione dei consumatori per pagare a rate e con esito immediato della pratica, leggi i paragrafi seguenti.

Scalapay

Questo sistema di pagamento in tre rate, senza interessi e costi aggiuntivi, è stato il primo a sbarcare, nel 2019, in Italia, grazie alla startup lanciata dal giovane Simone Mancini, che forte dell’esperienza maturata in Australia, dove viveva fin da bambino (per poi rientrare di recente in patria) ha sviluppato questa soluzione da introdurre nel mercato fintech nazionale.

In breve tempo Scalapay ha ottenuto un notevole successo, sia da parte dei brand che hanno abbracciato questa formula di pagamento rateizzato, sia da parte dei consumatori, che ottengono l’accesso al credito in maniera immediata e senza interessi o altre spese di apertura per la pratica di finanziamento.

Interessante l’opportunità di poter acquistare a rate anche presso i negozi tradizionali dei brand che hanno aderito al circuito di Scalapay.

Di seguito la spiegazione di come funziona.

La piattaforma web di Scalapay: come registrarsi e acquistare in 3 rate

Si inizia con la creazione di un account personale sulla piattaforma web di Scalapay. Inserire i dati richiesti – consistenti semplicemente nella casella di posta elettronica e una password – nel modulo di registrazione.

Accedendo all’area Compra con Scalapay si possono scoprire tutti i negozi online che hanno aderito al sistema di pagamento rateizzato.

Dopo aver scelto lo store e gli articoli preferiti, al momento del pagamento selezionare dove appare la scritta “Paga in 3 rate con Scalapay”.

La prima volta che si usa la rateizzazione con Scalapay il sistema informatico richiederà di inserire i dati della carta di pagamento, che saranno memorizzati per il pagamento della seconda e della terza rata.

ATTENZIONE: il limite di acquisto inizialmente è fissato in 600 euro ma il sistema informatico verifica, attraverso gli algoritmi, i dati del titolare della carta di pagamento e altri ancora, e può fissare un tetto più basso o, addirittura, negare la rateizzazione.

In un secondo momento, se si riceve esito negativo o una limitazione al tetto di spesa, si può riprovare a eseguire la richiesta di pagamento a rate.

Metodi di pagamento accettati da Scalapay

Scalapay accetta i seguenti metodi di pagamento:

  • Carte del circuito Mastercard
  • Carte del circuito Visa
  • American Express
  • Postepay

Acquistare nei negozi tradizionali pagando con Scalapay

Con Scalapay è anche possibile acquistare pagando in 3 rate senza interessi recandosi presso i negozi fisici. Per procedere con la rateizzazione è necessario:

  • Aver creato un account personale seguendo le istruzioni fornite nel primo paragrafo
  • Inserire i dati di login sulla piattaforma web di Scalapay
  • Cliccare sul link In quale negozio desideri acquistare?
  • Inserire il nome del brand nella casella
  • Cliccare sul nome del brand: si aprirà una nuova casella
  • Scrivere l’importo massimo che si  intende spendere presso il negozio
  • Cliccare su Avanti per generare il codice a barre
  • Stampare il codice a barre e portarlo al negozio: da esibire al momento del pagamento

In tal modo si crea una proposta di spesa, che non è detto che sarà totalmente utilizzata. Per fare un esempio pratico: se si vuole acquistare in tre rate recandosi presso il negozio XY, si deve prima generare il codice a barre ipotizzando, per esempio, di spendere 500 euro.

Se poi, nella realtà dei fatti, la spesa sarà minore, e in considerazione del fatto che la prima rata viene addebitata immediatamente, il sistema calcolerà la somma realmente spesa e riaccrediterà subito l’importo in eccesso sulla carta di pagamento utilizzata.

Pagamento ritardato e interessi

Nel caso in cui la carta di pagamento non erogasse l’importo della prima rata, che va pagata  immediatamente, entro 24 ore dall’acquisto, Scalapay aggiungerà le commissioni fino a 6 €. Ulteriori 6 € saranno aggiunti alla prima rata qualora essa non venisse pagata entro i successivi 7 giorni.

Assistenza clienti Scalapay

Per entrare in contatto con l’assistenza clienti di Scalapay è possibile:

  • Inviare la richiesta compilando il modulo online
  • Leggere la pagina delle FAQ Frequently Asked Question – e verificare l’esistenza della soluzione al problema riscontrato
pagare-a-rate

Klarna

Quest’impresa svedese funziona in qualche modo come  un tramite che fa da garante per le transazioni economiche relative ai pagamenti dei consumatori. Fornisce servizi di pagamento semplificato per oltre 200.000 siti di vendita online.

Vediamo di seguito qual è il meccanismo.

Pagamento in 3 rate e senza interessi con Klarna

Iniziamo accedendo al sito ufficiale cliccando sul link: con Klarna paghi in tre rate.

È necessario scaricare la App sul proprio dispositivo mobile per poter usufruire del servizio di rateizzazione ed è possibile farlo in maniera molto semplice, inserendo il numero di cellulare nella casella che appare sulla homepage.

Dopo aver cliccato sul tasto di invio, si riceverà un messaggio sms contenente un link su cui cliccare per installare l’applicazione di Klarna sul dispositivo mobile.

Il processo di rateizzazione è semplice e l’esito è immediato. Inoltre non vengono calcolati interessi o altri costi.

Basta individuare i negozi convenzionati cliccando sul link negozi Klarna, accedere quindi al sito ufficiale del negozio online preferito, scegliere gli articoli inserendoli nel carrello e, al momento del pagamento selezionare la casella su cui appare la scritta: paga in 3 rate con Klarna.

Per usufruire del servizio di pagamento in tre rate dello stesso importo è necessario fornire i seguenti dati:

  • numero di cellulare
  • indirizzo email
  • numero di una carta di debito o credito

Se la rateizzazione viene approvata la prima rata deve essere pagata immediatamente. Le due rate successive si pagano a distanza di 30 giorni l’una dall’altra, e il prelievo sarà fatto direttamente dal sistema sullo stesso sistema di pagamento utilizzato all’atto dell’acquisto.

ATTENZIONE: non tutte le richieste di pagamento in 3 rate sono automaticamente accettate. Il sistema informatico di Klarna è in grado, in tempi molto rapidi, di verificare una serie di dati che comprendono l’importo dell’acquisto, il nominativo del titolare della carta di pagamento e la tipologia di store online da cui si sta acquistando.

Cancellazione di un ordine o reso

Molti consumatori chiedono: “Cosa accade nel caso in cui, successivamente al pagamento della prima rata dovessi cancellare l’ordine, oppure in caso di reso”?

Niente paura: il rimborso sarà erogato non appena il sistema registrerà l’avvenuta cancellazione, oppure subito dopo la certificazione della restituzione dell’ordine.

Mancato pagamento della rata: cosa succede?

Nel caso in cui il tentativo di prelievo diretto attraverso la carta di pagamento non dovesse andare a buon fine, il sistema di Klarna eseguirà un altro tentativo di addebito un paio di giorni dopo la data stabilita.

Nel caso in cui anche il secondo tentativo dovesse andare a vuoto, la rateizzazione sarà cancellata e si riceverà una richiesta di pagamento del saldo, da effettuare entro un massimo di 15 giorni.

Assistenza clienti Klarna

Per entrare in contatto con l’assistenza clienti di Klarna collegarsi alla sezione supporto presente sul sito ufficiale.

È possibile scegliere se inviare una comunicazione online, contattare il call center oppure attivare una conversazione in chat con uno degli operatori.

Soisy

Questo tipo di soluzione per pagare a rate segue un sistema completamente diverso rispetto ai due precedenti.

In massima sintesi, si tratta di un’azienda che raccoglie gli investimenti dei privati, e che col denaro che investono permettono ai consumatori di poter pagare a rate. Genericamente parlando si chiama “lending”, termine che tradotto dalla lingua inglese significa prestito.

Ciò, all’atto pratico, rende possibile la rateizzazione delle compere sugli acquisti effettuati sui siti di vendita online che aderiscono al circuito di Soisy.

Il numero di rate è variabile e dipende anche dall’importo della somma da frazionare.

Scopriamo nel dettaglio il suo meccanismo.

Pagare a rate con Soisy

Per frazionare l’importo degli acquisti la procedura da seguire è questa:

  • Scegliere uno dei negozi online aderenti accedendo alla sezione: i negozi del circuito Soisy
  • Inserire gli articoli nel carrello
  • Al momento del checkout scegliere il pagamento rateizzato con Soisy
  • Scegliere il numero delle rate: da 3 a 60 mesi considerando l’importo totale

Quando si invia la richiesta di acquisto con pagamento a rate con Soisy, è ovviamente necessario ricevere l’approvazione.

ATTENZIONE: in caso di approvazione la prima rata si paga il mese successivo a quello dell’avvenuto acquisto.

Informazioni e documenti necessari per ottenere la rateizzazione

Al momento del checkout saranno chiesti alcuni dati dell’acquirente, come il codice fiscale, il reddito annuo, la situazione lavorativa, il titolo di studio e altre informazioni in merito al tipo di abitazione (se in affitto o di proprietà) il numero di componenti del nucleo familiare a altri ancora.

Nel caso in cui sia necessario esibire altra documentazione si riceverà una comunicazione via mail con la richiesta di produrla. Sarà inoltre necessario comunicare l’Iban del proprio conto corrente, su cui sarà mensilmente prelevato l’importo della rata.

Se si riceve l’approvazione, per firmare il contratto di finanziamento si dovrà apporre la firma digitale: questo è possibile grazie all’innovativo metodo che permette di apporre la propria firma ricevendo un codice via sms che va poi inserito nella pagina web opportuna.

Assistenza clienti Soisy

Per tutte le necessità di ottenere informazioni o assistenza è possibile mettersi in contatto con il centro di supporto di Sosisy scegliendo tra uno dei seguenti metodi:

  • Inviando una mail a: supporto@soisy.it
  • Contattando direttamente la sede centrale: Le Village by Crédit Agricole – Corso di Porta Romana 61 – 20122 Milano

Conclusioni

Inutile ribadire che la crisi economica in Italia si stia aggravando notevolmente anche a causa delle reiterate chiusure delle attività commerciali.

In tempi di crisi il popolo italiano, tradizionalmente riconosciuto essere composto da grandi risparmiatori, fa aumentare la tendenza a evitare le spese considerate superflue, e si lima anche sulle spese correnti e necessarie.

Poter frazionare in rate l’importo degli acquisti anche di tipo voluttuario, senza peraltro pagare interessi o altri costi, può davvero migliorare in senso generale l’economia della nazione, sostenere il commercio e perché no, ridare il sorriso a chi avrebbe evitato una spesa.

Se vuoi farci conoscere la tua opinione su questo tema, attendiamo di leggere come la pensi! Scrivici compilando il modulo online Storie di consumatori.

Contribuirai a creare un dibattito costruttivo, e a dare spunti di riflessione ai nostri lettori.

Emilia Urso Anfuso

Giornalista, scrittrice e conduttrice radiofonica.
Scrive per Libero - edizione in edicola - di politica, economia e attualità.
Collabora con altre testate di informazione nei settori della macro economia e del fisco.
Scrive per consumatori.blog, assistenza-clienti.it e lavoratori.blog.
Fondatrice e direttore responsabile, dal 2006, della testata giornalistica di informazione online: www.gliscomunicati.it
Sociologa.
Esperta di comunicazione.
Scrittrice: i suoi libri sono in vendita su Amazon.
Docente per corsi di formazione di:
- giornalismo
- public speaking
- web journalism
- scrittura creativa
- conduzione radiofonica

Commenta

Consumatori sui social

invia storia

Sei stato vittima di un sopruso da parte di una azienda? Vuoi condividere la tua disavventura con altri consumatori nella tua stessa situazione?

Questo è il tuo spazio! Raccontaci la tua storia e saremo felici di pubblicarla sulle pagine di questo sito.