Questo programma è stato lanciato nel nostro paese nel 2014. È, di fatto, un bando di concorso annuale organizzato dall’INPS che permette – dimostrando di possedere determinate caratteristiche – di poter fruire di periodi di vacanze in località montane, marittime e culturali nei mesi di Luglio, Agosto e Settembre, sia in Italia che all’estero.

È importante questo progetto, in quanto consente a circa 4.000 pensionati italiani di poter trascorrere le vacanze fuori casa, usufruendo di una detrazione parziale o totale sul costo del pacchetto vacanza.

Vediamo insieme come funziona, come si può aderire e dove si può andare a trascorrere qualche giorno di meritata vacanza insieme ai propri cari risparmiano denaro.

A chi è rivolto

Questo tipo di bando è rivolto esclusivamente ai pensionati.

Ecco di seguito le categorie che possono presentare la domanda per accedere a questa agevolazione:

  • Pensionati a carico della Gestione Dipendenti Pubblici o che abbiano aderito alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali ai sensi del decreto ministeriale 7 marzo 2007, n. 45;
  • Pensionati a carico della Gestione Fondo ex IPOST
  • Hanno diritto alla prestazione anche i loro coniugi e figli conviventi se disabili.

Come funziona

Entriamo più approfonditamente nel meccanismo per scoprire cosa bisogna fare per rientrare nella platea dei beneficiari che, attualmente, è fissata in 3.850 contributi.

Il beneficiario otterrà il contributo economico secondo un calcolo che si basa sull’ISEE.

Di seguito, ecco la ripartizione dei contributi, secondo le diverse gestioni pensionistiche, per l’anno 2019.

Pensionati del Fondo Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali ai sensi del decreto ministeriale 7 marzo 2007, n. 45:

  • 1000 contributi per soggiorni di otto giorni e sette notti in Italia o all’estero
  • 2000 contributi per soggiorni di quindici giorni e quattordici notti in Italia o all’estero

Pensionati della Gestione Fondo Ipost:

  • 250 contributi per soggiorni di otto giorni e sette notti in Italia o all’estero
  • 600 contributi per soggiorni di quindici giorni e quattordici notti in Italia o all’estero

Importo dei contributi

Ecco le cifre massime che si possono ottenere:

  • Massimo 800,00 € per un soggiorno in Italia o all’estero di durata pari a otto giorni/sette notti;
  • Massimo 1.400,00 € per un soggiorno in Italia o all’estero di durata pari a quindici giorni e quattordici notti

Per avere il dettaglio degli importi erogabili in base al proprio ISEE è utile la lettura del bando 2019, dove all’articolo 9 commi 2 e 3 sono riportati gli scaglioni: bando Estate INPSieme 2019.

Come presentare la domanda

Le domande devono essere inviate esclusivamente in via telematica, attraverso l’accesso alla piattaforma web dell’INPS.

Chi non fosse ancora dotato del PIN per accedere ai servizi online INPS, deve farne richiesta recandosi preso la sede INPS di appartenenza, oppure online, o ancora contattando il contact center al numero – gratuito per chi chiama da telefono fisso – 803.164 oppure al numero 06 164 164 per chi chiama da cellulare, e in questo caso la chiamata è a pagamento secondo le tariffe del proprio gestore di servizi telefonici.

I documenti da inoltrare sono i seguenti:

  • Documento di identità in corso di validità
  • Codice fiscale
  • Modello ISEE che si ottiene velocemente recandosi presso un CAF

Una volta raccolta la documentazione, il richiedente – il pensionato che ha diritto a partecipare al bando – deve accedere alla sezione del sito INPS Estate INPSieme dopo aver inserito i dati di login – PIN e Password – e seguire le istruzioni.

Conclusioni

Ogni inizio anno vengono fissate le date utili per la presentazione della domanda. Per quest’anno non si fa più in tempo, in quanto la data ultima è stata fissata al 15 Maggio 2019.

Per il prossimo anno si potrà verificare il termine per la presentazione della richiesta di accedere al bando, accedendo al sito dell’INPS, contattando l’assistenza telefonica oppure recandosi presso la sede territoriale.