Decoder gratis per gli over 70: con il Bonus TV puoi cambiare il decoder con uno di ultima generazione con Poste Italiane

Un nuovo cambiamento sta avvenendo per ciò che riguarda la ricezione dei canali televisivi. Non abbiamo fatto in tempo ad abituarci al digitale terrestre che ecco che le emittenti stanno già procedendo con quello che, tecnicamente parlando, si chiama refarming.

Questo termine indica il trasferimento delle emittenti televisive su altre frequenze, e sta accadendo in virtù del rilascio della nuova banda sub700 per liberare la 700Mhz.

La liberazione della banda fin qui utilizzata ha una motivazione tecnologica ben precisa, in quanto è stata destinata al 5G, la quinta generazione del settore della telefonia mobile che è stata avviata a partire dal 2019.

Attraverso un decreto legge emanato nel 2021 dal Ministero dello Sviluppo Economico, a partire dal 15 novembre 2021 è iniziata la nuova fase di riposizionamento delle frequenze denominata Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze.

Entro gennaio 2023 dovrebbe avvenire lo switch-off, cioè il cambio di banda in favore della nuova, così come capitò quando passammo dalla televisione analogica a quella digitale.

Questo passaggio significa anche una novità per i telespettatori, che per continuare a vedere i canali televisivi sono costretti ad adeguarsi al nuovo standard. Chi è in possesso di apparecchi televisivi di vecchia generazione dovrà procurarsene uno di quelli predisposti ai nuovi protocolli, oppure fornirsi di un nuovo decoder che integrino lo standard DVB-T2.

C’è però una buona notizia dedicata agli over 70 che presentino determinati requisiti. Per sostenere la transizione tecnologica senza pesare sulle tasche degli anziani, Poste Italiane ha stipulato un accordo con il Ministero dello Sviluppo Economico per assegnare gratuitamente i decoder di nuova generazione direttamente a casa dei pensionati.

Come funziona questa agevolazione e chi ha diritto a ricevere gratuitamente a casa propria un decoder nuovo di zecca? Tutte le informazioni che ti interessano sono contenute nei prossimi paragrafi.

Chi ha diritto al nuovo decoder gratuito

Non tutti gli anziani avranno l’opportunità di ricevere gratuitamente un decoder di nuova generazione.

E’ stato identificato un requisito reddituale ben preciso, al fine di agevolare le fasce di reddito più basse. La misura è contenuta nella nuova Legge di Bilancio 2022, e prevede – tra le agevolazioni previste per modernizzare la rete di ricezione dei canali televisivi – un bonus dedicato ai pensionati.

I protagonisti di questo sostegno economico sono gli over 70 titolari di trattamento pensionistico fino a 20.000 euro annui, che Poste Italiane si appresta a contattare direttamente attraverso l’invio di una comunicazione scritta presso la loro residenza.

Come aderire

Gli aventi diritto non ricevono il decoder automaticamente. Dopo aver ricevuto la lettera da Poste Italiane, è infatti necessario confermare il proprio interesse. Per aderire, si può scegliere tra:

  • concordare un appuntamento per recarsi direttamente presso l’ufficio postale di zona
  • presentare la richiesta attraverso una piattaforma web dedicata (in attesa di lancio)

ATTENZIONE: Il Ministero dello Sviluppo Economico aveva pubblicato sul sito istituzionale una sezione ad hoc (quella a cui si accede dal link riportato di seguito) e attendevamo aggiornamenti ma ora la pagina è stata rimossa: ricevere il decoder a casa con Poste Italiane.

Cosa si riceve

I pensionati che decidono di aderire riceveranno un decoder di nuova generazione del valore massimo di 30 euro, somma che corrisponde al bonus TV istituito dal Governo per tutti i contribuenti italiani che desiderino acquistare un nuovo dispositivo per aggiornare il proprio televisore al nuovo standard.

Lo stanziamento varato dal Governo per attuare questo tipo di agevolazione è pari a 68 milioni di euro: un’ampia copertura economica per soddisfare tutte le richieste degli aventi diritto.

L’installazione del decoder potrà essere effettuata con l’assistenza tecnica telefonica fornita da Poste Italiane agli aventi diritto.

Attribuzione della numerazione automatica dei canali

Potrà essere utile consultare il documento che trovi di seguito, perchè contiene tutte le attribuzioni delle numerazioni automatiche dei canali, anche per la risintonizzazione manuale: Attribuzione della numerazione automatica dei canali

Iter ministeriale

Lo scorso 2 Marzo è stato reso pubblico il decreto direttoriale del MISE, il Ministero dello Sviluppo Economico, che ha fissato le norme per l’identificazione dei soggetti beneficiari del bonus decoder over 70.

La lista dei nominativi dei soggetti aventi diritto viene stilata grazie allo scambio di dati tra Inps, MISE, Agenzia delle Entrate e Poste Italiane.

Il primo passo spetta all’Inps che deve trasferire i dati dei cittadini che, alla data del 1° Gennaio 2022, abbiano compiuto o superato i 70 anni e che siano titolari di una pensione che non superi i 20.000 euro annui compresi eventuali trattamenti assistenziali, come per esempio l’assegno di invalidità civile o le prestazioni assistenziali di altri Enti nazionali.

Il Ministero trasferirà questi dati all’Agenzia delle Entrate per le dovute verifiche e qui saranno selezionati i nominativi che emergono tra coloro che hanno compiuto o superato i 70 anni, che pagano il canone Rai o che sono esenti secondo le normative vigenti.

La lista degli aventi diritto sarà trasferita al MISE che a sua volta la renderà disponibile a Poste Italiane che comunicherà direttamente ai pensionati le modalità di accettazione del bonus.

Aggiornamento: ecco come ottenere il decoder a casa

Sono state finalmente rese pubbliche le modalità per ottenere il decoder gratuito per gli aventi diritto.

Si può scegliere tra tre diverse modalità:

  • contattare il call center attivato appositamente per questa agevolazione digitando il numero 800 776 883 – il servizio è attivo dal Lunedì al Venerdi dalle ore 10:00 alle ore 18:00 festivi esclusi.
  • collegandosi alla sezione Bonus Decoder a casa sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico e cliccando sul link richiedi il decoder a casa inserendo nelle caselle in alto il codice fiscale del richiedente e il numero della tessera sanitaria
  • recandosi direttamente presso un ufficio postale

BUONO A SAPERSI: dopo la verifica dei requisiti se la domanda ottiene esito positivo sarà fissata una data per la consegna a domicilio del decoder. I cittadini che hanno già usufruito del Bonus TV-Decoder non possono usufruire anche di questo bonus pur avendo i requisiti richiesti. Questa agevolazione termina quando le scorte di decoder saranno finite e quindi non sarà più possibile farne richiesta.

Emilia Urso Anfuso

Giornalista, scrittrice e conduttrice televisiva e radiofonica.
Conduce le trasmissioni video "MediaticaMente" e "Racconti investigativi" con il Luogotenente dei Crimini Violenti del ROS, Rino Sciuto. Le registrazioni delle puntate si trovano su YouTube.
Scrive per Libero - edizione in edicola - di politica, economia e attualità; per il settimanale Visto e per altri giornali.
Scrive per per i siti di informazione del Network Puntoblog Media: consumatori.blog, assistenza-clienti.it e lavoratori.blog
Fondatrice e direttore responsabile, dal 2006, della testata giornalistica di informazione online: www.gliscomunicati.it
Sociologa
Esperta di comunicazione
I suoi libri sono in vendita su Amazon
Docente per la P&D Communication, tiene corsi di giornalismo, public speaking, web journalism e conduzione radiofonica

Commenta

Consumatori sui social

invia storia

Sei stato vittima di un sopruso da parte di una azienda? Vuoi condividere la tua disavventura con altri consumatori nella tua stessa situazione?

Questo è il tuo spazio! Raccontaci la tua storia e saremo felici di pubblicarla sulle pagine di questo sito.