Vuoi lavorare come camionista e hai meno di 35 anni? Il bonus patente è dedicato a te!

Mala tempora currunt…i conti non tornano mai, l’economia nazionale è stata brutalmente toccata dallo stato di emergenza sanitaria che ha imposto regole restrittive pur di scongiurare la diffusione del Coronavirus, che ha sconvolto la vita e le abitudini di tutti noi e a ogni latitudine.

Stiamo però vedendo un poco di luce: calano i contagi ma, soprattutto, calano le brutte notizie, quelle che ci hanno tolto il sonno fin dall’inizio della pandemia mondiale.

Da oltre due anni il Governo è all’opera nel tentativo di sostenere anche i bilanci familiari: una moltitudine di bonus e agevolazioni fiscali che hanno l’intento di allentare almeno un poco la tensione data dalle difficoltà a mantenere il medesimo stile di vita pre-pandemia sono stati approvati.

Questa volta abbiamo deciso di parlare di un bonus particolare che è stato inserito all’interno del Decreto Milleproroghe ed è dedicato agli under 35 per sostenere il loro ingresso nel mondo del lavoro attraverso il conseguimento di un particolare tipo di patente, quella che abilita alla guida dei mezzi pesanti. Un settore che, da diverso tempo, ha urgenza di coprire posti di lavoro.

Scopriamo insieme di cosa si tratta, quali sono i requisiti richiesti e come si presenta la domanda per ottenere un’agevolazione stavolta pensata non solo per mettere in tasca un po’ di euro, bensì per affrontare il futuro lavorativo con qualche speranza in più, denominata “Programma patenti giovani autisti per l’autotrasporto” o più semplicemente, Bonus patente 2022.

Bonus patente: una misura contro la disoccupazione giovanile

Trovare lavoro e che sia qualificato e pagato in maniera equa: è il desiderio di ognuno di noi. Quando si è giovani si ha anche il sacrosanto diritto di sognare un futuro, di programmarlo, di progettare ciò che si ha in mente di fare e di conquistare nel corso del tempo.

Casa, famiglia, passioni personali, tutto gira intorno alla sicurezza e alla stabilità economica. Ecco perché è importante che i più giovani pensino in tempo utile alla qualificazione delle competenze, elementi che arricchiscono il curriculum e regalano maggiori opportunità di lavoro.

Un settore che ha sempre maggiori necessità di risorse umane è quello dei trasporti. C’è infatti grande richiesta di autisti di mezzi pesanti, i camion, ma anche di pullman per il trasporto delle persone. Nel giro di qualche anno i trasportatori sono diminuiti di numero. Le vecchie generazioni non sono sostituite dalle nuove, quindi è urgente integrare le figure mancanti in un settore altamente strategico per l’economia nazionale.

Ovviamente per guidare un TIR oppure un pullman, è necessario conseguire una patente particolare, cioè la C.

Ma non è tutto, perché oltre alla patente C, chi spera di lavorare come autista di mezzi pesanti deve anche ottenere una speciale abilitazione, denominata CQC che è l’acronimo di Carta di Qualificazione del Conducente e che certifica di essere abili alla guida di mezzi pesanti.

Come si immagina, quindi, per portare avanti questo progetto che può fare la differenza per il futuro lavorativo di molti giovani, è necessario seguire corsi di guida e di abilitazione che hanno un costo non esattamente basso. Il bonus patente rappresenta quindi un importante sostegno economico sulle spese che è necessario affrontare per abilitarsi alla guida di mezzi pesanti.

Entriamo nel dettaglio: nel prossimo paragrafo scoprirai i requisiti necessari per rientrare tra i destinatari del bonus patente 2022.

Requisiti per richiedere il bonus patente 2022

Per rientrare nella rosa degli aventi diritto a chiedere il bonus patente 2022 è necessario essere in possesso di tre requisiti, che sono:

  • la cittadinanza italiana;
  • età compresa tra i 18 e i 35 anni;
  • essere disoccupati.

Non è stato stabilito alcun tetto reddituale: in questo caso non serve presentare l’ISEE, l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente.

Chi ha meno di 35 anni, è cittadino italiano e in stato di disoccupazione e desidera seguire questo percorso di abilitazione professionalizzante, potrà quindi presentare la domanda.

BUONO A SAPERSI: il bonus patente è stato lanciato in realtà nel 2021 ma alla fine non è stato reso attivo. La versione 2022 presenta alcune sostanziali e interessanti differenze per ciò che riguarda gli importi erogati che sono stati innalzati. Anche il periodo di tempo entro il quale si deve usufruire dell’agevolazione è stato prolungato.

Importi erogati dal bonus patente 2022

Il bonus copre fino all’80% delle spese sostenute per conseguire la patente C e la Carta di Qualificazione del Conducente, ma esiste un tetto massimo che è stato fissato a 2.500 euro.

Per ottenere il rimborso è molto importante conservare con cura tutte le ricevute relative alle spese affrontate, perché saranno i documenti richiesti al momento della presentazione della domanda.

BUONO A SAPERSI: la bozza del bonus patente del 2021 prevedeva un limite di erogazione pari a 1.000 euro. Con la modifica introdotta nella versione 2022 l’importo che potrà essere erogato sarà fino a una somma massima di 2.500 euro a copertura di una buona parte delle spese già sostenute. Più avanti scoprirai anche i costi medi per il conseguimento delle certificazioni di guida per i mezzi pesanti.

Abilitazioni CQC: cosa sono e a cosa servono

Abbiamo accennato alle abilitazioni CQC, Carta di Qualificazione del Conducente. Sai di cosa si tratta? In pratica di un certificato di abilitazione al trasporto di merci o persone.

Si consegue dopo aver ottenuto la patente C – per i camionisti – o la patente D – per chi guida automezzi con peso superiore a 3,5 tonnellate per il trasporto di persone a partire da 9 posti – e ha una validità di 5 anni.

Esistono due diverse tipologie di certificazione:

  • CQC merci
  • CQC persone

Per il conseguimento della CQC merci è necessario seguire un corso di abilitazione della durata di 140 ore ma se si è già in possesso della CQC persone il numero di ore scende drasticamente a 22 e mezzo.

Se si ha un’età dai 18 ai 22 anni il percorso preve invece un maggior numero di ore di corso: esattamente il doppio, cioè 280.

Chi desidera ottenere la CQC persone deve aver raggiunto i 21 anni di età e mettere in cantiere un corso di preparazione della durata di 140 ore, che anche in questo caso scendono ad appena 22 ore per chi è già in possesso di una CQC merci.

La durata del corso di abilitazione per la CQC persone sale a 280 ore per coloro che decidono di conseguire la patente D senza limitazioni e ha un’età compresa tra i 21 e i 23 anni.

I costi per ottenere l’abilitazione CQC

A questo punto ti starai chiedendo “Quanto costa ottenere l’abilitazione come autotrasportatore“?

I costi medi partono da un minimo di 2.000 a circa 5.000 euro e molto dipende dalla città in cui si risiede. Considerando il fatto che il bonus patente copre fino a 2.500 euro della spesa totale che affronterai, ti sarà facile comprendere l’importanza di questa misura economica per il tuo futuro lavorativo.

Validità del bonus patente 2022

La nuova versione del bonus patente è stata rivisitata a vantaggio dei destinatari, non solo per ciò che riguarda gli importi riconosciuti ma anche per ciò che concerne il periodo di validità.

Nella nuova versione introdotta nel Decreto Milleproroghe, infatti, la validità è stata fissata da Luglio 2022 al 31 Dicembre 2026.

BUONO A SAPERSI: questo bonus può essere richiesto una sola volta da chi è in possesso dei requisiti.

Come si presenta la domanda per il bonus patente

ATTENZIONE: al momento della pubblicazione di questo articolo di approfondimento non è ancora stato reso noto l’indirizzo della piattaforma web che sarà lanciata e gestita dal Ministero dei Trasporti, ora denominato Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile.

I tempi tecnici prevedono infatti che, dopo la pubblicazione del Decreto nella Gazzetta Ufficiale, passino almeno 60 giorni per il decreto attuativo.

Aggiorneremo questa guida con le informazioni necessarie per tutti coloro che desiderano inoltrare la domanda. Secondo quanto si è appreso, la piattaforma web dovrebbe essere lanciata nel mese di Luglio 2022.

BUONO A SAPERSI: il bonus viene erogato sulle spese già sostenute. Non vengono quindi anticipati gli importi necessari a coprire una parte delle spese che si sostengono per ottenere le certificazioni di guida per i mezzi pesanti.

Decreto milleproroghe

Se desideri leggere le norme relative al bonus patente 2022, puoi accedere al documento originale pubblicato nella Gazzetta Ufficiale relativo al Decreto Milleproroghe approvato nel Febbraio 2022. Troverai le informazioni all’articolo 10 del Decreto.

Emilia Urso Anfuso

Giornalista, scrittrice e conduttrice televisiva e radiofonica.
Conduce le trasmissioni video "MediaticaMente" e "Racconti investigativi" con il Luogotenente dei Crimini Violenti del ROS, Rino Sciuto. Le registrazioni delle puntate si trovano su YouTube.
Scrive per Libero - edizione in edicola - di politica, economia e attualità; per il settimanale Visto e per altri giornali.
Scrive per per i siti di informazione del Network Puntoblog Media: consumatori.blog, assistenza-clienti.it e lavoratori.blog
Fondatrice e direttore responsabile, dal 2006, della testata giornalistica di informazione online: www.gliscomunicati.it
Sociologa
Esperta di comunicazione
I suoi libri sono in vendita su Amazon
Docente per la P&D Communication, tiene corsi di giornalismo, public speaking, web journalism e conduzione radiofonica

Commenta

Consumatori sui social

invia storia

Sei stato vittima di un sopruso da parte di una azienda? Vuoi condividere la tua disavventura con altri consumatori nella tua stessa situazione?

Questo è il tuo spazio! Raccontaci la tua storia e saremo felici di pubblicarla sulle pagine di questo sito.