Spamming e Pishing: sono due termini inglesi entrati ormai a far parte della vita quotidiana di tutti i cittadini, a livello internazionale, da quando internet e la telefonia cellulare sono parte integrante della vita di ognuno.

In questo articolo, capirai meglio di cosa si tratta e come puoi difenderti.

Spamming e Pishing: impariamo a conoscerli

Iniziamo con la spiegazione dei due termini e di cosa significhino all’atto pratico.

Per “Spamming” si intende l’invio massiccio di sms per scopi commerciali e quindi, non richiesti.

Una curiosità: il termine Spam non è un vero e proprio vocabolo della lingua inglese, bensì deriva da un fatto accaduto in Gran Bretagna nel 1970. Durante una rappresentazione teatrale, una delle attrici – che impersonava la cameriera di un ristorante – continuò a ripetere la parola Spam, che identificava il marchio di una carne suina in scatola, peraltro di bassa qualità. E’ il cosiddetto “Tormentone” che fece sì che il marchio di questo prodotto indicasse anche la reiterazione e l’onnipresenza di qualcosa: una frase, un’azione…

Per ciò che riguarda invece il termine “Phishing”, il discorso è completamente diverso. Con questo termine infatti, si indicano le azioni messe in atto da malintenzionati che, attraverso l’invio di sms o mail, tentano di rubare i dati personali o bancari di chi riceve il messaggio. E’ una pratica illegale, e molto rischiosa per gli utenti che, per scarsa informazione o faciloneria, cadono nella rete di organizzazioni malavitose.

Da sapere: molti si chiedono “Come fanno a trovare il mio numero di cellulare”? La risposta è semplice: esistono un paio di metodi. Il primo, è quello di acquistare liste di numerazioni telefoniche cellulari. Il secondo, molto utilizzato, è l’utilizzo di software che creano in automatico numerazioni cellulari. Nelle grandi quantità di numeri creati, molti di essi sono reali utenze telefoniche.

Fatto questo doveroso chiarimento, passiamo all’azione: come difendersi da sms di Spam o Phishing.

Difendersi dagli sms spam

Siamo un po’ tutti vittime di sms indesiderati che arrivano ormai quotidianamente sui nostri Smartphone. Attenzione però a non fare alcune azioni, che possono portare non solo al fastidio di ricevere questi sms ma anche a perdite di denaro.

Innanzitutto: se si ricevono sms che invitano a telefonare a un certo numero telefonico – solitamente iniziano per 899 o 166 e numerazioni simili – NON telefonare.

In questo caso infatti, chi invia questo tipo di sms sta tentando di far spendere soldi al malcapitato di turno o attivando l’abbonamento di un servizio a pagamento oppure è la stessa telefonata a costare un mucchio di soldi, dal momento che queste numerazioni si riferiscono a utenze straniere.

Cosa fare: non rispondere a questi sms. Non comporre MAI i numeri telefonici che trovate nel testo. Contattate il vostro operatore telefonico comunicando il testo dei messaggi di Spam e dichiarate di volerli segnalare. Gli operatori telefonici infatti, non sono affatto legati a questi sms e quindi, non ne sono responsabili.

Difendersi dagli sms phishing (o smishing)

Arriviamo ora al tema ancora più importante: gli sms di phishing o Smishing, un termine di contrazione tra le parole SMS e Phishing.

È un problema molto diffuso, e utilizzato da vere e proprie organizzazioni malavitose. Alla base dell’invio di questi sms c’è un cosiddetto Botnet, un sistema informatico – composto da una rete di computer – in grado di inviare in automatico un altissimo numero di sms in breve tempo.

A differenza degli sms di Spam, quelli di Phishing si riconoscono subito dal fatto che – di norma – sono messaggi che sembrano essere inviati dalla propria banca o dalla pubblica amministrazione.

Il testo può davvero trarre in inganno, perché i malintenzionati utilizzano persino i loghi utilizzati realmente dagli ignari istituti di credito o della pubblica amministrazione.

Per prima cosa: sappiate che nessuna banca o ufficio pubblico o istituzione invia sms con richiesta di inserimento dei propri dati personali e sensibili, come ad esempio il numero della carta di credito o i dati del conto corrente.

Se si riceve quindi uno di questi sms, dovete fare solo una cosa: cancellare il messaggio. Inoltre, se sono presenti link all’interno del testo dell’sms, non cliccateci mai sopra. Come appena accennato, questi sms vanno solo cancellati.

Come per gli sms di Spam, il consiglio è quello di contattare il proprio operatore telefonico e descrivere l’accaduto.

Conclusioni

Hai avuto esperienze di sms di Spam o Phishing e vuoi far conoscere la tua esperienza ai nostri lettori? Compila il modulo che trovi al link Storie di consumatori: pubblicheremo, come sempre, le storie di interesse generale.