Con la diffusione delle carte di credito e dei bancomat a livello internazionale, quando ci si reca all’estero – sia per vacanza che per motivi di lavoro – non esiste più il problema del cambio di valuta: gli acquisti di ogni natura, possono essere effettuati grazie ai metodi di transazione finanziaria digitale così come i prelievi di banconote attraverso gli sportelli bancomat.

C’è però da dire che, in special modo quando si tratta di valute estere e di transazioni che vengono effettuate in una nazione diversa, si può perdere il controllo sia delle spese effettuate sia dei costi di ogni singola transazione, che sono ovviamente maggiorate, dal momento che i circuiti finanziari, per quanto internazionalizzati, fanno pagare spese maggiori quando l’utente effettua transazioni in un paese diverso da quello di residenza.

Stai per partite per recarti all’estero e non conosci bene i costi delle commissioni per le transazioni estere? Vuoi sapere se esistono metodi per risparmiare? Leggi di seguito e ti fornirò un po’ di informazioni utili.

Carta di debito internazionale abbinata a un conto corrente online: la scelta migliore

Se effettui spesso viaggi all’estero, la soluzione migliore è quella di possedere una carta di debito internazionale che sia associata a un conto corrente gestibile online.

Secondo alcuni studi economici recenti, si è infatti evinto come, l’utilizzo di una carta di debito abbinata a un conto corrente online, sia maggiormente vantaggiosa rispetto a una carta di credito o debito sganciata dal conto corrente.

Ecco le percentuali di risparmio sulle commissioni, a seconda delle nazioni in cui si viaggia:

  • Zona euro: se viaggi all’interno del territorio europeo e utilizzi una carta di debito associata a un conto corrente online per prelevare al bancomat, il risparmio rispetto a una tradizionale carta di credito si attesta intorno a circa il 30% in meno rispetto ai conti correnti tradizionali. Percentuale che sale addirittura al 96% comparando le commissioni a debito con le tradizionali carte di credito.

Significa che, prelevando denaro da un bancomat in una diversa nazione europea rispetto a quella della tua residenza, utilizzando una carta di debito associata a un conto corrente online, risparmierai circa il 30% rispetto alle tariffe che sono associate all’uso di una carta bancomat associata a un conto corrente tradizionale e di ben il 96% in meno che se tu utilizzassi una carta di credito tradizionale.

  • Fuori zona euro: se ti rechi in una nazione al di fuori del territorio europeo e utilizzi una carta di debito associata a un conto corrente gestibile da web, il risparmio – sempre rispetto ai prelievi effettuati al bancomat con una carta bancomat associata a un conto corrente tradizionale – in questo caso è di circa il 20% e sale a circa il 60% nel rapporto tra carta di credito associata a un conto corrente online o a un conto tradizionale.

Praticamente, se scegli di accendere un conto corrente online con carta di debito associata, ecco che le spese per le commissioni bancarie sui prelievi al bancomat vengono di molto abbattute.

Fa parte di una serie di accordi interbancari, che servono anche a stimolare e sostenere i nuovi conti correnti bancari a totale gestione sul web.

Carta di credito o bancomat?

Potresti chiederti: “Mi conviene pagare i miei acquisti all’estero con la carta di credito o con il bancomat”? La risposta è: con il bancomat, sicuramente.

Sappi infatti che, se viaggi in Europa e paghi col bancomat, non esistono commissioni a debito, grazie agli accordi interbancari comunitari. Se invece viaggi al di fuori del territorio europeo, pagherai le commissioni ma se utilizzi il bancomat, il peso delle commissioni scenderà rispetto alla carta di credito, arrivando a un abbattimento del 48%. Non male.

Alcuni consigli

Ecco poi alcuni consigli per risparmiare ancora un po’:

  • Cerca di non fare troppi prelievi: meglio un solo prelievo al bancomat che frazionarli. Questa regola è da tenere a mente anche quando ti trovi in Italia, dal momento che spesso si paga una commissione fissa per ogni prelievo effettuato attraverso bancomat che non fanno parte del proprio circuito bancario
  • Prima di recarti all’estero, in special modo in nazioni al di fuori del territorio europeo, informati sulla possibilità di poter utilizzare bancomat e POS per effettuare i tuoi acquisti: in certe nazioni depresse economicamente, non esistono circuiti digitali bancari
  • Porta con te i numeri telefonici per segnalare furti o smarrimenti della tua carta bancomat o carta di credito: la segnalazione va fatta il più presto possibile

Conclusioni

Se hai ancora dubbi, scrivimi nel modulo dei commenti, e se desideri far conoscere la tua esperienza di viaggi all’estero e carte di credito, puoi segnalarla compilando il modulo Storie di consumatori.