Da giorni ricevo SMS che mi propone l’acquisto di un soffione da doccia WATERSPA, bloccato un numero, l’identico messaggio arrivava con un’ altra utenza.
Oggi hanno iniziato a scrivermi anche su WhatsApp, cosa che trovo inaudita, ma come si permettono?
Ovviamente li ho diffidati dal riprovarci…vedremo, ma sicuramente una tale lesione della privacy non dovrebbe esistere!
Ho sempre ritenuto simili applicazioni messagistiche strettamente personali, contenendo oltretutto un profilo con foto o storie, e non avendo dato alla ditta in questione alcun permesso di contattarmi in tale modo, trovo l’episodio molto grave.
Specifico che mai ho cercato online un soffione per doccia o similari e mai ho autorizzato alcuno ad utilizzare il mio WhatsApp per propormi un prodotto, le rotture via mail sono già più che sufficienti, gli sms anche…ma andare oltre no!


Storia inviata da Morantina. Vuoi condividere anche tu la tua esperienza? Raccontaci la tua storia in “Storie di Consumatori“.