Come disattivare un abbonamento TIM

Siete clienti TIM, ex Telecom Italia, e avete deciso di passare a un diverso operatore telefonico oppure, per diverse ragioni, avete necessità di dare disdetta dell’abbonamento telefonico o l’abbonamento ADSL?

E’ possibile, ma è bene conoscere l’esatta procedura da seguire. Per prima cosa, è necessario effettuare la disattivazione dell’abbonamento con TIM, e di seguito troverete una piccola guida – da seguire passo dopo passo – per procedere con la disdetta della linea telefonica o dell’abbonamento per l’ADSL.

Come chiedere la disdetta se passate a un altro operatore telefonico

Primo caso: avete deciso di passare a un altro operatore telefonico. E’ un’operazione che viene effettuata con una certa frequenza dagli utenti, complice anche il fatto che le proposte offerte sono sempre più interessanti e vantaggiose.

Quando si effettua il passaggio di una linea telefonica fissa a un altro operatore, è possibile mantenere il numero telefonico, così da avere una continuità numerica, altrimenti dovreste anche diffondere a tutti i vostri contatti il nuovo numero telefonico.

In questo caso la procedura appare facilitata dal fatto che, passando a un nuovo operatore, sarà questi ad occuparsi della migrazione. L’unica cosa che dovrete fare, è quella di comunicare al nuovo gestore della vostra linea telefonica il codice PIN che si trova in una delle bollette TIM che avete ricevuto nel corso del tempo.

Questo codice, è necessario per concedere l’autorizzazione a procedere col cambio di gestore, e metterà l’operatore nella condizione di procedere con la migrazione del numero telefonico.

ATTENZIONE: per trovare questo PIN sulla vostra bolletta, cercate dove appare la scritta “Codice segreto” oppure “Codice di migrazione”. Se non doveste riuscire a trovarlo, contattate il Customer Service di TIM al numero verde 187 e fatevelo fornire.

Dal momento in cui chiederete la migrazione, e dopo aver inviato la documentazione richiesta, secondo i termini di Legge non dovrebbero passare più di 10 giorni lavorativi per la conclusione del passaggio.

Disdetta abbonamento TIM: costi da sostenere

Ecco il capitolo duro da accettare: malgrado il DL Bersani del 2007 imponga che gli operatori telefonici non possano chiedere il pagamento di una quota per la disattivazione dei servizi telefonici o delle linee ADSL, la pratica è diversa: quasi tutti gli operatori, fanno pagare una certa cifra, a volte non di poco conto.

Lo fanno in quanto, al massimo, ricevono una sanzione da parte dell’AGCOM  che effettivamente, puntualmente sanziona gli operatori che non osservano la Legge.

Ecco di seguito i costi che si potrebbero dover affrontare per disattivare un abbonamento TIM telefonico o di una linea ADSL:

Costi fissi di disattivazione

  • 35,18 euro per le linee ADSL/voce
  • 99 euro per le linee in fibra ottica

ATTENZIONE: ai costi sopra esposti, potrebbero aggiungersene altri. E’ il caso di quei contratti con “vincolo di 24 mesi”, che comportano ulteriori addebiti nel caso in cui si decida di dare disdetta prima della fine dei due anni. In questo caso, TIM può chiedere il pagamento di una cifra pari a 10 euro per ogni mese di fruizione residua dell’offerta in abbonamento.

Non basta: se al momento della sottoscrizione avete attivato una nuova linea telefonica e deciso di pagare con formula rateizzata, dovrete pagare tutte le rate rimaste insolute, e in una sola volta.

Esiste un solo caso che vi permetterà di non dover pagare alcuna penale: se avete attivato una linea telefonica da meno di 14 giorni. In questo caso siete ancora nei termini di Legge per usufruire del diritto di recesso.

Disdetta abbonamento TIM senza passaggio a un nuovo operatore

In questo caso, vi basterà collegarvi a questo link: moduli. Scaricate sul vostro PC il modulo che rappresenta meglio la vostra necessità, stampatelo e compilatelo e magari, prima di inviarlo tramite Raccomandata con ricevuta di ritorno, contattate il 187 e chiedete tutte le informazioni che vi occorrono.

Come restituire gli apparecchi telefonici

Se disattivate un abbonamento telefonico, è necessario restituire gli apparecchi telefonici, che sono in comodato d’uso o – in alcuni casi – a noleggio.

Esclusivamente per ciò che riguarda gli apparecchi telefonici, ecco i centri TIM presso i quali potrete recarvi per riconsegnarli:

  • Roma: Viale Liegi, 31
  • Milano: Piazza Cordusio snc – ang. Via Broletto
  • Napoli: Centro Direzionale – Isola A4
  • Palermo: Via della libertà, 37/d
  • Treviso: Via XX Settembre, 2

Se preferite la restituzione tramite pacco postale, dentro il quale dovrete inserire la documentazione che potrete scaricare a questo link, ecco l’indirizzo esatto:

Telecom Italia S.p.A.
c/o Geodis Logistics
Magazzino Reverse A22, 
Piazzale Giorgio Ambrosoli snc
27015 Landriano (PV)

Emilia Urso Anfuso

Giornalista, scrittrice e conduttrice radiofonica.
Scrive per Libero - edizione in edicola - di politica, economia e attualità.
Collabora con altre testate di informazione nei settori della macro economia e del fisco.
Scrive per consumatori.blog, assistenza-clienti.it e lavoratori.blog.
Fondatrice e direttore responsabile, dal 2006, della testata giornalistica di informazione online: www.gliscomunicati.it
Sociologa.
Esperta di comunicazione.
Scrittrice: i suoi libri sono in vendita su Amazon.
Docente per corsi di formazione di:
- giornalismo
- public speaking
- web journalism
- scrittura creativa
- conduzione radiofonica

11 commenti

  • Buonasera, avevo un contratto tim fatto in un loro negozio con telefonate illimitate e internet fibra 100 mega, é venuto il tecnico ad abilitare la fibra e li ho scoperto che mi avevano abilitato la fibra ma a 50 mega, ho chiamato diverse volte il 187 che mi rispondeva di ver aperto un intervento tecnico che non é mai stato effettuato, mi hanno chiesto di mandare il contratto via fax (ma sono così arretrati che non usano la mail?) cosa che ho fatto senza però ricevere interventi, controlli e adeguamenti al contratto firmato, in più la mia linea non ha mai superato i 15/20 mega con diversi rallentamenti che non mi permettevano di vedere i programmi Sky cosa che con infostrada adsl a 8 mega avveniva senza blocchi. Ho chiamato diverse volte il 187 senza risolvere il problema è quindi ho effettuato il contratto con altro operatore facendo la portabilità del nr ed ora la linea va bene senza problemi ed é come da contratto. La tim mi chiede 350 euro di spese di cui più della metà per il modem (modem che se comprato su ebay costa 15€), faccio presente di aver chiamato più volte il 187 per restituire il modem ma senza nessun esito positivo. Io voglio pagare se si tratta del solo canone mensile ma pagare per una cosa che non ha mai funzionato mi sembra assurdo .
    Grazie

  • Salve
    ha tutte le prove dei contatti con il servizio clienti di TIM? Si è fatto dare – ad esempio – il numero del ticket relativo all’apertura della pratica?

    Cosa le hanno risposto quando ha chiesto di voler restituire il modem? E’ andato presso il negozio in cui aveva acceso l’abbonamento?

    E’ una situazione quantomeno “bizzarra” la sua.

    Un cordiale saluto

  • Buon giorno io ho un contratto tim smat dal 8 Settembre 2014 a non scadenza me lo ha detto 187 oggi. il giorno 15-5-2018 ho fatto tramite Pc con la vodafon una registrazione vocale di un nuovo contratto che non mi ancora arrivata ( mi arriverò entro 10 giorni dal 15-5-2018) per telefono la vodafon mi ha detto che pensano a gestirmi tutto loro cioè la disdetta con tim e che non ho da pagare nessuna spesa di disattivazione della linea
    Oggi ho chiamato 187 e mi ha detto che la spesa sarà di Euro 35.018 e mi hanno detto che devo dare disdetta io alla tim per non andare incontro a delle penalità, mentre la vodafon mi hanno detto che non vado incontro a nessuna penalità e che fanno tutto loro! Io dopo aver fatto la registazione ho fatto una raccomandata con ricevuta di ritorno alla vodafon dicendole tutto quello che mi hanno proposto., senza aver ancora ricevuto risposta, Come mi posso difendere ! Grazie Franca

  • Buongiorno Franca

    Come ho scritto in questo articolo, possono chiedere i costi da lei riportati, nel caso in cui lei – a suo tempo – ha stretto un contratto vincolante per un tot numero di mesi

    Se lei infatti decide di recedere dal contratto stretto con TIM – o altri operatori telefonici – prima che il contratto scada, allora dovrà pagare quanto richiesto

    Attenzione anche a un’altra cosa: se quando ha stipulato il contratto con la TIM ha deciso di rateizzare il pagamento di eventuali congegni, come modem o altro, le sarà chiesto di pagare le rate rimanenti in un’unica soluzione

    Mi faccia sapere come procede la situazione

    Un cordiale saluto

  • Un operatore della Vodafone mi ha fatto una proposta il 15.5.2018e io la ho accettata anche vocalmente nel Pc (letto molto velocemente e ho capito poco!) L’operatore mi ha detto che vale quello detto per telefono e di non tenere conto a quello vocale!Ho inviato una raccomandata R.r Alla Vodafone spiegando tutto quello promesso per telefono che era diverso dal contratto ricevuto vocale!!!il 17 maggio nel frattempo mi è arrivato Il Modem e schedina cellulare fodafon!!.Il 26 Maggio ho dato la disdetta inviando una raccomandata e fax e che ritornavo col vecchio gestore TIM .il 31 maggio ho inviato di ritorno il modem.. Il 23 Maggio il mio cellulare Abbinato Tim smart non mi funzionava più .Ho chiamato la Vodafone e mi hanno detto di mettere la schedina vidafon che ho ricevuta e così ho fatto per poter adoperare il cellulare .il 1 Giugno non mi funzionava più il Pc (187 Tim mi continuava a dire che con la Tim funzionava ancora il tutto !!Invece la Vodafone non ha tenuto conto della disdetta ed è andata avanti !!Ho inviato un fax alla tim che ritorno con loro.tutti i giorni chiamo Vodafone e mi dicono che sono in lavorazione Poi un messaggio che mi hanno messo la Linea!!!Che ho disdetto e non intendevo adoperarla!!Sapevo di avere 14 giorni per non avere spese ma pur mandando le raccomandate R.r e restituendo il modem ho anche disdetto per telefono la vodafon è andata avanti e mi sono ritrovata senza la mia linea Tim smart e senza poter adoperare il Pc. Per ritornare alla Tim che mi dicono che sono in lavorazione.Se è successo il tutto è perche l’operatore della vodafone mi ha imbrogliato!Io come tutela ho inviato le Raccomandate spero di non andare incontro a delle spese!Dovrebbero pagarmi loro per tutto il disagio che ho!!Grazie!!!

    • Salve Franca,

      secondo una recente direttiva europea a tutela dei consumatori, anche il contratto stipulato per telefono è valido, il consumatore deve comunque ricevere il contratto cartaceo, per posta

      Una volta ricevuto il contratto cartaceo, il consumatore deve rinviarne una copia firmata

      Lo ha mai ricevuto?

      Oltre ciò, il consumatore ha diritto di recesso entro 14 giorni – e non oltre i 30 giorni – dalla stipula del contratto e anche a scegliere come ricevere la copia del contratto da firmare: è possibile infatti, ad esempio, chiedere che venga inoltrato via email.

      Se, oltretutto, le hanno causato la perdita del servizio telefonico e web, ha diritto a un risarcimento del danno

      Mi faccia sapere

      Un cordiale saluto

  • Io ho ricevuto il contratto non cartaceo ma per email a quel punto ho dato la disdetta alla Vodafone con raccomandata di ritorno e subito col fax e pur avendo ricevuto il fax e recesso telefonico in attesa di ricevere la raccomandata mi hanno messo la linea e tolto il tutto da Tim e restituito il loro moden!così sono rimasta senza linea sul Pc e costretta a adoperare la schedina vodafonper potere usare il cellulare .in che modo posso chiedere il danno per essere rimasta senza servizio telefonico e web?Grazie Franca

    • Salve Franca, per semplificare le cose, le consiglio di rivolgersi a un’associazione a tutela dei diritti dei Cosnumatori, come l’Aduc oppure l’Adusbef
      Sapranno certamente consigliarle in maniera diretta come muoversi in tal senso
      Sconsiglio, in casi del genere, di agire autonomamente, in quanto potrebbe dover spendere molto tempo prima di ottenere il diritto eventuale al risarcimento
      Un cordiale saluto e mi tenga informata

  • Qualche giorno fa sono passata da TIM Internet senza limiti a TIM connect perché la tariffa mi sembrava più vantaggiosa. Purtroppo l’operatore si è dimenticato di dirmi che non potevo usare il vecchio modem della vecchia offerta, che sarebbe arrivato il nuovo, che avrei dovuto restituire il vecchio a noleggio e tutta una serie di grane. Per la poca chiarezza ho quindi pensato di esercitare il mio diritto di ripensamento (non essendo ancora passati 14 giorni). Ho chiamato il 187 e mi hanno detto che a voce non possono fare nulla, ma devo inviare un fax (ovviamente voglio solo bloccare la nuova tariffa e tornare a Intenet senza limiti, non tutta la linea). Cosa devo fare e scrivere nello specifico? Grazie mille.

  • Buongiorno e da 3 anni che pago il tim passpartoot plus e il contratto lo chiuso già tre anni fa .Ogni mese dalla carta di credito mi vengono prelevati i soldi ma come è possibile una cosa del genere ma scherziamo io sono già passata a Vodafone 3anni fa

Consumatori sui social

invia storia

Sei stato vittima di un sopruso da parte di una azienda? Vuoi condividere la tua disavventura con altri consumatori nella tua stessa situazione?

Questo è il tuo spazio! Raccontaci la tua storia e saremo felici di pubblicarla sulle pagine di questo sito.