L’arrivo in Italia dell’operatore telefonico francese Iliad, ha dato una scossa al mercato di riferimento,  come era prevedibile. La tariffa particolarmente vantaggiosa appena lanciata, ha obbligato gli operatori nazionali a creare contro offerte per non restare indietro e per tentare di arginare l’ascesa della neo approdata francese Iliad.

A parte tutto ciò, c’è da dire che l’avvio dell’operatività di questo operatore telefonico, promette molto bene non solo per ciò che riguarda le tariffe a basso costo: durante la campagna di lancio in Italia, l’azienda aveva promesso che la clientela avrebbe avuto sempre garanzia di trasparenza e di adesione alle normative vigenti, cosa che gli operatori nazionali hanno dimenticato ormai da anni di garantire.

Ecco quindi che, dopo il lancio – di notevole successo, dal momento che ogni giorno circa 10.000 clienti scelgono di passare a Iliad  – con una tariffa a soli 5,99 euro, che comprende chiamate illimitate verso tutti, sms illimitati verso tutti e ben 30 Giga per la navigazione in 4g, minuti illimitati verso oltre 60 destinazioni + Minuti e SMS illimitati
+ 2GB dedicati in Europa – arriva un’altra conferma relativa all’affidabilità dell’operatore telefonico francese: la possibilità, per la clientela, di recedere dal contratto in qualsiasi momento e senza dover pagare penali.

Se l’argomento ti interessa, continua a leggere questo articolo per scoprire come fare…

Recesso online: la procedura

Immaginiamo che hai deciso di passare a Iliad, oppure di acquistare una SIM con un nuovo numero telefonico. A un certo punto, ci ripensi, e vuoi recedere dal contratto di abbonamento. Come si sa, questa procedura con gli altri operatori telefonici è resa impossibile o quasi dal momento che nessuno garantisce l’applicazione del pacchetto Bersani bis, che prevede – tra le altre cose – che gli operatori telefonici non debbano obbligare la clientela al pagamento di penali e sanzioni o, addirittura, a non poter recedere fino alla scadenza del contratto.

Oltre ciò, in Italia vige una sorta di tacito accordo tra operatori telefonici e clientela: l’accordo unilaterale. Unilaterale, appunto, nel senso che l’operatore decide per entrambi e il cittadino non ha facoltà di decisione. Una piccola dittatura commerciale.

Con Iliad, invece, tutto questo viene superato. Si può diventare clienti, trasferire il proprio numero o acquistarne uno ex novo e, nel caso in cui si cambi idea, ecco che la norma contenuta nel pacchetto Bersani bis viene onorata: nessuna penale per chi decide di rescindere il contratto.

Ma come si fa?

Ecco la procedura da seguire. Per prima cosa, è necessario accedere al proprio account personale, inserendo i dati di login da questa pagina.

Una volta fatto l’accesso, cliccare su “La mia offerta” poi su “Gestione contratto” e ancora su “Recesso”. A questo punto, bisogna spuntare dove appare la scritta: “Recedere dal contratto di fornitura di servizi di telefonia mobile concluso con Iliad Italia S.p.A

recesso Iliad online

Infine, l’ultimo passaggio che permette di ottenere il rimborso dell’eventuale credito residuo: basta cliccare sul pulsante “Scegliere modalità di rimborso”. Il rimborso può essere richiesto sia tramite bonifico bancario che con trasferimento su un’altra SIM.

ATTENZIONE: qualora la disdetta venga operata entro 14 giorni dall’attivazione della SIM, si può ottenere anche il rimborso di 9,99 euro relativi all’attivazione della stessa.

Conclusioni

Hai acquistato una SIM Iliad o hai trasferito il tuo numero al nuovo operatore telefonico francese? Come sta andando la tua esperienza? Vuoi raccontarla ai nostri lettori? Scrivici, compilando il modulo che trovi cliccando sul link Storie di consumatori.

Come sempre, pubblicheremo quelle che saranno di interesse comune per i nostri lettori!