Siete clienti TIM, ex Telecom Italia, e avete deciso di passare a un diverso operatore telefonico oppure, per diverse ragioni, avete necessità di dare disdetta dell’abbonamento telefonico o l’abbonamento ADSL?

E’ possibile, ma è bene conoscere l’esatta procedura da seguire. Per prima cosa, è necessario effettuare la disattivazione dell’abbonamento con TIM, e di seguito troverete una piccola guida – da seguire passo dopo passo – per procedere con la disdetta della linea telefonica o dell’abbonamento per l’ADSL.

Come chiedere la disdetta se passate a un altro operatore telefonico

Primo caso: avete deciso di passare a un altro operatore telefonico. E’ un’operazione che viene effettuata con una certa frequenza dagli utenti, complice anche il fatto che le proposte offerte sono sempre più interessanti e vantaggiose.

Quando si effettua il passaggio di una linea telefonica fissa a un altro operatore, è possibile mantenere il numero telefonico, così da avere una continuità numerica, altrimenti dovreste anche diffondere a tutti i vostri contatti il nuovo numero telefonico.

In questo caso la procedura appare facilitata dal fatto che, passando a un nuovo operatore, sarà questi ad occuparsi della migrazione. L’unica cosa che dovrete fare, è quella di comunicare al nuovo gestore della vostra linea telefonica il codice PIN che si trova in una delle bollette TIM che avete ricevuto nel corso del tempo.

Questo codice, è necessario per concedere l’autorizzazione a procedere col cambio di gestore, e metterà l’operatore nella condizione di procedere con la migrazione del numero telefonico.

ATTENZIONE: per trovare questo PIN sulla vostra bolletta, cercate dove appare la scritta “Codice segreto” oppure “Codice di migrazione”. Se non doveste riuscire a trovarlo, contattate il Customer Service di TIM al numero verde 187 e fatevelo fornire.

Dal momento in cui chiederete la migrazione, e dopo aver inviato la documentazione richiesta, secondo i termini di Legge non dovrebbero passare più di 10 giorni lavorativi per la conclusione del passaggio.

Disdetta abbonamento TIM: costi da sostenere

Ecco il capitolo duro da accettare: malgrado il DL Bersani del 2007 imponga che gli operatori telefonici non possano chiedere il pagamento di una quota per la disattivazione dei servizi telefonici o delle linee ADSL, la pratica è diversa: quasi tutti gli operatori, fanno pagare una certa cifra, a volte non di poco conto.

Lo fanno in quanto, al massimo, ricevono una sanzione da parte dell’AGCOM  che effettivamente, puntualmente sanziona gli operatori che non osservano la Legge.

Ecco di seguito i costi che si potrebbero dover affrontare per disattivare un abbonamento TIM telefonico o di una linea ADSL:

Costi fissi di disattivazione

  • 35,18 euro per le linee ADSL/voce
  • 99 euro per le linee in fibra ottica

ATTENZIONE: ai costi sopra esposti, potrebbero aggiungersene altri. E’ il caso di quei contratti con “vincolo di 24 mesi”, che comportano ulteriori addebiti nel caso in cui si decida di dare disdetta prima della fine dei due anni. In questo caso, TIM può chiedere il pagamento di una cifra pari a 10 euro per ogni mese di fruizione residua dell’offerta in abbonamento.

Non basta: se al momento della sottoscrizione avete attivato una nuova linea telefonica e deciso di pagare con formula rateizzata, dovrete pagare tutte le rate rimaste insolute, e in una sola volta.

Esiste un solo caso che vi permetterà di non dover pagare alcuna penale: se avete attivato una linea telefonica da meno di 14 giorni. In questo caso siete ancora nei termini di Legge per usufruire del diritto di recesso.

Disdetta abbonamento TIM senza passaggio a un nuovo operatore

In questo caso, vi basterà collegarvi a questo link: moduli. Scaricate sul vostro PC il modulo che rappresenta meglio la vostra necessità, stampatelo e compilatelo e magari, prima di inviarlo tramite Raccomandata con ricevuta di ritorno, contattate il 187 e chiedete tutte le informazioni che vi occorrono.

Come restituire gli apparecchi telefonici

Se disattivate un abbonamento telefonico, è necessario restituire gli apparecchi telefonici, che sono in comodato d’uso o – in alcuni casi – a noleggio.

Esclusivamente per ciò che riguarda gli apparecchi telefonici, ecco i centri TIM presso i quali potrete recarvi per riconsegnarli:

  • Roma: Viale Liegi, 31
  • Milano: Piazza Cordusio snc – ang. Via Broletto
  • Napoli: Centro Direzionale – Isola A4
  • Palermo: Via della libertà, 37/d
  • Treviso: Via XX Settembre, 2

Se preferite la restituzione tramite pacco postale, dentro il quale dovrete inserire la documentazione che potrete scaricare a questo link, ecco l’indirizzo esatto:

Telecom Italia S.p.A.
c/o Geodis Logistics
Magazzino Reverse A22, 
Piazzale Giorgio Ambrosoli snc
27015 Landriano (PV)