In Italia, da alcuni anni, impera il metodo dei bonus, distribuiti a pioggia in favore dei contribuenti. Questo bonus toccano molte dei settori della vita quotidiana dei cittadini, e sono di due tipologie differenti: esistono quelli che consentono di ottenere sgravi fiscali, e quelli che danno un piccolo aiuto economico alle famiglie, in special modo quelle che hanno figli minori, anche nel caso in cui siano stati adottati.

Molti cittadini stanno apprezzando queste agevolazioni fiscali e questi aiuti economici. In un periodo così protratto di crisi economica, non può che far piacere vedersi riconoscere un’agevolazione.

In questo articolo, scoprirai tutto ciò che devi sapere sulle detrazioni figli a carico 2018. Una guida che  contiene tutte le informazioni necessarie per verificare se si è in possesso dei requisiti indispensabili, per conoscere l’iter procedurale per presentare la domanda e anche, per sapere cosa si ottiene se si rientra tra gli aventi diritto.

ATTENZIONE: per ciò che riguarda invece il Bonus figli a carico, la misura è stata proposta ma non ancora approvata al momento della scrittura di questo articolo.

Sgravi fiscali per i figli a carico

Per ciò che riguarda queste detrazioni quindi, non si tratta di un sostegno economico – nel senso che non vengono erogate somme – bensì di un’agevolazione fiscale.

In pratica, è stato stabilito che – per ogni figlio a carico – il genitore ha diritto a uno sgravio sul reddito complessivo IRPEF.

Ma come viene calcolato questo sgravio fiscale?

Per i genitori che presentano la dichiarazione dei redditi 2018, è concesso di detrarre le spese che hanno sostenuto per i figli a carico – minorenni, maggiorenni e portatori di handicap – durante l’anno 2017.

Per conoscere l’ammontare delle detrazioni, è necessario calcolare quale sia la soglia massima relativa al reddito che concorre alla formazione del reddito complessivo IRPEF. Nel calcolo vanno compresi anche eventuali redditi per la proprietà di fabbricati.

Essendo calcoli abbastanza complessi da effettuare, meglio affidarsi all’esperienza di un esperto: è sufficiente recarsi presso il Caf presente nella propria zona di domicilio.

ATTENZIONE: la detrazione spetta a entrambi i genitori, salvo casi particolari, come ad esempio:

  • La detrazione del 100% solo in favore del genitore che percepisce il reddito maggiore
  • Nel caso in cui uno dei due genitori sia a carico dell’altro, la detrazione spetta a quest’ultimo

Gli importi delle detrazioni

Esistono diverse fasce di importi, che dipendono ovviamente dai redditi percepiti.

Ecco, di seguito, i fattori che è necessario prendere in esame per poter stabilire quanto si può detrarre per ogni figlio a carico:

  • L’ammontare del reddito del genitore che ha il figlio – o i figli – a carico
  • L’età del figlio che deve essere inferiore o meno di 3 anni)
  • Eventuali figli portatori di handicap
  • Il numero dei figli, che non può essere superiore a 3

Coloro che hanno diritto alle detrazioni fiscali per i figli a carico, potranno ottenere le seguenti agevolazioni:

  • da 800 a 950 euro per ogni figlio dai tre anni in su
  • da 900 a 1.220 euro per ogni figlio sotto i tre anni
  • da 220 a 400 euro è l’importo aggiuntivo per ogni figlio portatore di handicap

Aumenta il limite di reddito dei figli a carico

Affinché un figlio possa essere ritenuto “a carico” di entrambi o uno dei genitori, si deve provare che non abbia redditi superiori a certi limiti stabiliti per legge.

La buona notizia è che questi limiti reddituali sono stati aumentati grazie alla Legge di bilancio 2018, che ha aumentato la soglia di reddito da 2.840,51 euro agli attuali 4.000 euro, ma questa misura sarà attiva solo a partire dal 2019.

E se il figlio a carico dovesse superare queste soglie di reddito? Il genitore, o i genitori beneficiari dello sgravio fiscale, dovranno versare un conguaglio.

ATTENZIONE: se il figlio a carico ha superato il 24mo anno di età, la soglia di reddito resta invariata a 2.840,51 euro annui.

Conclusioni

Conoscere a fondo le agevolazioni previste per i contribuenti, sostiene le famiglie nel delicato compito di far quadrare il bilancio familiare.

Se hai una storia da raccontare, in merito alle detrazioni fiscali per i figli a carico, compila il modulo che trovi cliccando sul link Storie di consumatori: pubblicheremo quelle di interesse generale.