Amazon è, oggi, la più grande e importante piattaforma di E-Commerce al mondo. Distribuisce generi di ogni tipo, persino alimentari, e osserva una politica di vendita che – più di qualsiasi altra piattaforma di vendite online al mondo – ha pieno rispetto della clientela e delle sue esigenze.

In questa guida, analizzeremo le politiche di recesso dall’acquisto e come effettuare un reso.

Amazon: politiche di recesso

Normalmente, secondo quanto stabilito dalla normativa nazionale vigente relativamente alle politiche di recesso dagli acquisti, i clienti possono esercitare questo diritto entro 14 giorni, secondo la normativa italiana, ma anche entro 30 giorni dall’acquisto, secondo le regolamentazioni di Amazon e su determinate categorie di prodotti.

Però, in determinati periodi – come quello natalizio – ecco che Amazon estende questo periodo, permettendo quindi alla clientela un periodo maggiore di ripensamento.

In pratica: per tutti gli acquisti effettuati tra il primo Novembre e il 31 Dicembre 2017, è possibile rendere gli articoli fino al 31 Gennaio 2018. Una bella notizia davvero!

Prodotti esclusi dal diritto di recesso

Attenzione però: una serie di articolo non possono essere restituiti: vediamo quali…

  • Tutti gli articoli di vestiario che siano stati confezionati su misura
  • Articoli che sono stati personalizzati
  • Articoli alimentari e per la salute, che sono sigillati e che sono stati aperti dopo l’acquisto
  • Alcolici: in questo caso, è necessario considerare il prezzo pagato e anche i tempi di consegna. Se, ad esempio, la consegna avviene – per contratto – dopo 30 giorni, decade il diritto di recesso
  • Software, prodotti audiovisivi, DVD e CD: se sono stati aperti e i sigilli rimossi, non possono essere restituiti
  • E-book, MP3 e altri contenuti digitali che sono utilizzabili grazie a un codice promozionale
  • Riviste periodiche e giornali di vario genere, salvo quelli per cui si è pagato un abbonamento

Tieni quindi bene a mente questa lista. Per tutti gli altri prodotti, restano salve le politiche di recesso e di reso.

Come effettuare un reso

Fatturazione AmazonPassiamo ora alla pratica: come si effettua un reso di uno o più articoli acquistati su Amazon.

Se hai acquistato articoli che rientrano nelle politiche di reso, e ci hai ripensato, non devi nemmeno spiegare le tue ragioni: l’importante è seguire le regole e i tempi stabiliti.

Hai diritto alla restituzione dell’importo che hai pagato, ad esclusione delle spese di spedizione, che sono a tuo carico. Ma c’è una buona notizia: se eserciti il diritto di recesso entro 14 giorni dalla data di avvenuta consegna – come da normativa vigente – hai diritto anche alla restituzione delle spese che sostieni per rinviare il pacco, a patto che sia uno dei metodi di spedizione economici offerti a sua volta da Amazon.

Sappi comunque che, gli articoli non sempre sono spediti direttamente da Amazon: quando acquisti qualcosa, fai attenzione a questa informazione: sulla scheda prodotto infatti, c’è sempre scritto chiaramente chi spedisce, se Amazon o direttamente il venditore. In questo secondo caso, dovrai fare riferimento non più ad Amazon ma al negoziante che si appoggia sulla piattaforma per le sue vendite online.

Centro resi online

Il centro resi online di Amazon, ti permette di effettuare in autonomia la procedura di reso. Collegati al tuo account personale inserendo login e password, poi clicca su centro di reso online.

Clicca dove appare la scritta: inizia un reso, si apre la pagina con i tuoi acquisti. Seleziona quindi l’articolo che vuoi restituire. Segui la procedura passo dopo passo.

Se invece vuoi restituire un regalo che hai ricevuto, clicca dove appare la scritta restituisci un regalo.

Conclusioni

Amazon permette ai consumatori di vivere esperienze di acquisto davvero interessanti, non solo per i prezzi davvero concorrenziali e i tempi di consegna super veloci, ma anche per le politiche di reso.

Se poi hai difficoltà a procedere, scrivimi nel box dei commenti e troverò la risposta ai tuoi dubbi.